Dichiarazione CE in conformità al DM 37/08

Discussioni relative all'iter CE previsto dalle direttive di prodotto, in particolare dalla Direttiva Macchine 2006/42/CE e D.Lgs. 17/2010

Moderatore: Ugo Fonzar

Rispondi
GiuseppeP
Messaggi: 35
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Dichiarazione CE in conformità al DM 37/08

Messaggio da GiuseppeP » mar gen 29, 2019 8:45 am

Buongiorno a tutti

volevo sapere un vostro parere sul campo di applicazione del DM 37/08, in particolare per forni a Pellet.

Leggendo il campo di applicazione del DM 37 /08 mi verrebbe da dire che i forni a pellet per la cottura di alimenti non sono compresi in:
- impianti di produzione, trasformazione, trasporto, distribuzione, utilizzazione dell'energia elettrica
- impianti di riscaldamento, di climatizzazione, di condizionamento e di refrigerazione di qualsiasi natura o specie, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e delle condense, e di ventilazione ed aerazione dei locali;

Più che altro non definirei un forno come "impianto di riscaldamento" in quanto tale macchina non nasce con lo scopo di riscaldamento, ma con lo scopo di cottura.

Quindi in seguito all'installazione di un forno in un locale, la ditta installatrice non è tenuta a fornire una D.conformità ai sensi del DM 37/08

Cosa ne pensate?

Un'altra domanda che non trova risposta:
una azienda che produce forni, nel momento in cui vende e predispone l'installazione di un forno, è tenuta per legge anche all'installazione di relativa canna fumaria? o questa deve essere installata da ditta specializzata?

Grazie mille a tutti

alessandrom
Messaggi: 49
Iscritto il: mer ott 19, 2016 5:29 pm

Re: Dichiarazione CE in conformità al DM 37/08

Messaggio da alessandrom » mar gen 29, 2019 2:10 pm

Ciao, il forno è un apparecchio e va certificato (similmente a una macchina). La linea di adduzione del gas è un impianto e va dichiarato conforme DM 37/08.
saluti

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8081
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Dichiarazione CE in conformità al DM 37/08

Messaggio da Ugo Fonzar » mer gen 30, 2019 12:29 pm

riassumo e sintetizzo

forno --> CE di Macchina 2006/42/CE + altre direttive di prodotto (con dichiarazione CE di conformità + marcatura CE + manuale delle istruzioni per l'uso + non va consegnato al cliente finale: Fascicolo Tecnico della costruzione con test-report & valutazioni dei rischi) --> il tutto fatto dal fabbricante del forno

installazione forno e relativo camino = ditta abilitata DM 37/08 con dichiarazione di conformità e relativi allegati previsti + eventuale progetto

spero che sia chiaro

grazie
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

GiuseppeP
Messaggi: 35
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Re: Dichiarazione CE in conformità al DM 37/08

Messaggio da GiuseppeP » gio gen 31, 2019 8:24 am

Tutto chiaro, era come pensavo.
Possono però nascere molti problemi durante l'installazione del forno, come per esempio un sistema di canne fumarie già previsto in loco ma non a norma...

in questo caso la ditta installatrice incaricata dal costruttore del forno che si trova a doverlo installare su un camino non a norma oltre a farne comunicazione all'utilizzatore cosa potrebbe fare? In teoria non potrebbe installarlo (norma di buona tecnica) ma a quel punto il cliente non sborserebbe i soldi per il forno (giustamente).

Ipotizziamo ora che il sistema fumi sia a norma, tutto perfetto con tutta la documentazione necessaria, una volta installato il forno, chi è che certifica l'insieme? (forno + sistema fumi) la ditta installatrice? Oppure l'insieme non deve essere certificato, ma basta dichiarazione di conformità sistema fumi + dichiarazione di conformità forno?

L'installatore una volta terminata l'installazione deve comunque produrre un report di corretta installazione e prova, con tale documento si assume la responsabilità dell'insieme?

Grazie a tutti

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8081
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Dichiarazione CE in conformità al DM 37/08

Messaggio da Ugo Fonzar » mar feb 05, 2019 8:08 am

se non è a norma il camino è un problema del committente non del fornitore del forno

se è a norma il camino
la ddc del DM 37-08 copre poi tutto (anche se ci sarà una prima del camino ad hoc)
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

GiuseppeP
Messaggi: 35
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Re: Dichiarazione CE in conformità al DM 37/08

Messaggio da GiuseppeP » mar feb 05, 2019 8:47 am

Se il camino non è a norma il costruttore del forno, in teoria, non dovrebbe autorizzarne l'installazione, essendo nel settore ed in seguito ad un infortunio causato dalle canne fumarie, verrebbe comunque chiamato in causa in quanto sapeva benissimo che il forno non poteva essere installato...

nel caso fosse tutto a norma invece mi confermi che è chi emette l'ultima ddc secondo DM 37-08 che si assume tutta la responsabilità, in questo caso la ditta installatrice...
Corretto?

Grazie Ugo

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8081
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Dichiarazione CE in conformità al DM 37/08

Messaggio da Ugo Fonzar » mar feb 05, 2019 9:04 am

il committente è coinvolto
e hai ragione a dire che il fornitore del forno non può installarlo (ma lo vende e comunque direi che magari emette anche una fattura di vendita...)

nella dichiarazione si evincerà che il camino era già lì
se era già dotato o no di ddc direi
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

GiuseppeP
Messaggi: 35
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Re: Dichiarazione CE in conformità al DM 37/08

Messaggio da GiuseppeP » mar feb 05, 2019 12:56 pm

Diciamo che il problema si presenta quando è il costruttore del forno che incarica una ditta per l'installazione, a quel punto possiamo dire che è particolarmente coinvolto in caso di infortunio

Tutto chiaro, grazie mille :lol:

SerafinoF
Messaggi: 1081
Iscritto il: ven giu 10, 2011 11:16 am

Re: Dichiarazione CE in conformità al DM 37/08

Messaggio da SerafinoF » mer feb 06, 2019 3:08 pm

Non entro nel dettaglio però la sostanza è che, scritto sul manuale come deve essere fatta l'evacuazione, il mancato rispetto della prescrizioni rende l'installazione difforme dalle indicazioni del costruttore, quindi lo manleva da specifiche responsabilità relative a quell'aspetto.
Qui l'installazione è a carico del fabbricante che, se ritiene usabile il camino presente, farà una nota in calce la collaudo in cui ammette la deviazione dalla prescrizione.

Rispondi