Infortunio per violazione delle norme di sicurezza sul lavor

Riguarda la sicurezza e l'igiene sul lavoro

Moderatore: Ugo Fonzar

Rispondi
denfok
Messaggi: 5
Iscritto il: ven dic 28, 2018 10:25 pm

Infortunio per violazione delle norme di sicurezza sul lavor

Messaggio da denfok » dom dic 30, 2018 9:30 am

Buongiorno,
Vorrei chiedere un consiglio,
Azienda ha messo in magazzino del negozio dei scaffali non fissati e ha dato in disposizione una scala non di norma comprata su Amazon, praticamente una scala da casa che costava circa 30 euro. Tutto questo ha provocato un infortunio grave: mentre commesso metteva la merce sullo scaffale quello e crollato addosso trascinandolo a terra e far cadere insieme con la scala. Finito con gomito e la testa rotta, dal pronto soccorso è uscito con prognosi di 30 giorni. Era assunto da un mese in azienda (ancora in prova) senza nessuna formazione di sicurezza. Infortunio è successo mentre era da solo in turno, non aveva il telefono aziendale ne fisso ne cellulare, ha chiamato un cliente che era in negozio per farsi aiutare e chiamare l'ambulanza.
Cosa rischia il datore di lavoro in questo caso ? Come deve comportarsi operai per essere tutelato e potere chiedere in futuro un risarcimento ?
Grazie mille in anticipo per le risposte e Buon Anno Nuovo !

weareblind
Messaggi: 1509
Iscritto il: mar apr 13, 2010 1:17 pm
Località: Como

Re: Infortunio per violazione delle norme di sicurezza sul l

Messaggio da weareblind » dom dic 30, 2018 11:52 am

Ciao.
1) Il datore di lavoro rischia un procedimento penale per lesioni. Non ha controllato che gli scaffali fossero idonei (credo che la scala non abbia influito sull'incidente).
2) L'operaio è protetto dalla assicurazione sul lavoro Inail, che coprirà le spese. Però, se vuole chiedere dei danni al datore di lavoro, dovrà farlo lui direttamente.
We are blind to the world within us

denfok
Messaggi: 5
Iscritto il: ven dic 28, 2018 10:25 pm

Re: Infortunio per violazione delle norme di sicurezza sul l

Messaggio da denfok » dom dic 30, 2018 12:39 pm

Grazie mille par la risposta,
In pronto soccorso non hanno scritto tutto, il dipendente ha anche la mascella rotta... credo che non hanno scritto per non fare prognosi più di 30 giorni... Adesso ha fatto intervento da un dottore privato, possibile allegare intervento da dottore privato con infortunio INAIL ? Scaffali hanno già smontato e demolito, possibile fare prova con 2 testimoni che hanno visto questi scaffali ?
Grazie

ironFL
Messaggi: 187
Iscritto il: gio mag 15, 2014 2:56 pm
Località: Udine

Re: Infortunio per violazione delle norme di sicurezza sul l

Messaggio da ironFL » dom dic 30, 2018 7:06 pm

ciao denfok,
c'è un po' di confusione, provo ad aiutarti.

A seguito di un infortunio sul lavoro si possono aprire molteplici scenari.

In primis l'infortunio diventa giuridicamente tale quando viene redatto un Referto medico ai sensi del 365 cp e 344 cpp e viene inviato all'Autorità Giudiziaria.
Il referto tra le varie informazioni che contiene, deve contenere la prognosi espressa in un X numero di giorni.
Ti rammento che la prognosi definitva parte dal giorno dell'infortunio (potrebbe non essere lo stesso della redazione del referto) e si conclude con il certificato di chiusura INAIL.
Nel mentre ci possono essere n certificati di prolungamento, quindi la prognosi da referto è solo indicativa.

Detto questo, con i tempi del caso, si attiverà un'indagine condotta dall'Autorità Giudiziaria.

L'indagine verterà sull'accertare eventuali reati (quindi per definizione siamo in campo penale) commessi dal Datore di Lavoro, ovvero violazioni del Dlgs 81/2008 (nel tuo caso magari scala, scaffali, lavoro solitario non valutato ecc...butto lí pour parlé). Le violazioni dell'81 sono reati di tipo contravvenzionale (pena alternativa arresto o ammenda) che godono del sistema depenalizzatorio previsto dal Dlgs 758/94.

Se la prognosi defiitiva supererà i 40 giorni (non 30!!!) si aprirà d'ufficio un'ulteriore indagine per valutare se le eventuali violazioni in materia di sicurezza sono in nesso di causa con il reato di lesioni personali colpose gravi (che sono le lesioni con prognosi superiore ai 40gg) di cui all'art. 590 cp.
Qui non siamo di fronte da una contravvenzione come prima ma ad un delitto (pena alternativa multa o reclusione) e quindi non esiste depenalizzazione.
Se la prognosi non supera i 40 gg il reato sarà punibile solo a querela della persona offesa (quindi il lavoratore dovrebbe querelare il Datore di Lavoro...generalmente ci sono 90gg di tempo dal fatto per attivare la querela).

Essendo il dipendente tutelato dall'INAIL il Datore di Lavoro, qualora in futuro fosse ritenuto colpevole in sede penale del fatto accaduto (in alcuni casi basta anche la colpevolezza in sede civile), potrebbe essere soggetto alle azioni di rivalsa dell'INAIL, nello specifico il regresso (in soldoni l'INAIL funziona come tutte le assicurazioni...se deve avere pretende, se deve dare nicchia; se ha dato per colpa di qualcuno, a quel qualcuno i soldi indietro li chiede).

In sede civile poi il dipendente può fare tutte le richieste di danni che ritiene.

Riguardo alla documentazione medica prodotta tramite consulenti privati tutto può essere presentato...ma la domanda è: allegato a cosa? le indagini sono in corso? ha sporto querela?

Riguardo ai testimoni mi vedi sopra...cosa c'eè in piedi? il fatto quando eè accaduto?

Spero di averti chiarito un po' la questione.

denfok
Messaggi: 5
Iscritto il: ven dic 28, 2018 10:25 pm

Re: Infortunio per violazione delle norme di sicurezza sul l

Messaggio da denfok » gio gen 03, 2019 2:12 pm

Ancora grazie tanto per le risposte!

La scala ha certificazione EN14183, possono usare questo tipo in magazzino ? La querela faremo se superano i 40 giorni adesso non so se vale la pena. Infortunato è un mio collega.

ironFL
Messaggi: 187
Iscritto il: gio mag 15, 2014 2:56 pm
Località: Udine

Re: Infortunio per violazione delle norme di sicurezza sul l

Messaggio da ironFL » gio gen 03, 2019 3:24 pm

> 40 gg non serve querela in quanto delitto perseguibile d'ufficio (se a monte presente violazione in materia di sicurezza sul lavoro in nesso di causa)

< 40 gg serve querela (entro 90 gg dall'evento) per perseguire eventuali soggetti.

Al di là della certificazione della scala (norma che comunque si occupa di sgabelli a gradini/rampa) dipende dalle sue condizioni e se era idonea al lavoro da svolgere, alle altezza da raggiungere, alle superfici di appoggio ecc...

denfok
Messaggi: 5
Iscritto il: ven dic 28, 2018 10:25 pm

Re: Infortunio per violazione delle norme di sicurezza sul l

Messaggio da denfok » mar gen 15, 2019 9:27 am

Buongiorno, Dopo la denuncia allo SPRESAL, loro dopo quanto tempo hanno l'obbligo a fare dei controlli ? passati 20 giorni ma non sono ancora mossi, in azienda hanno già smontato tutto il magazzino e hanno cambiato la scala.
Grazie

weareblind
Messaggi: 1509
Iscritto il: mar apr 13, 2010 1:17 pm
Località: Como

Re: Infortunio per violazione delle norme di sicurezza sul l

Messaggio da weareblind » mar gen 15, 2019 10:15 am

A volte escono molto, molto dopo. Anche anni (che è ridicolo).
We are blind to the world within us

denfok
Messaggi: 5
Iscritto il: ven dic 28, 2018 10:25 pm

Re: Infortunio per violazione delle norme di sicurezza sul l

Messaggio da denfok » mar gen 15, 2019 10:40 am

Fra un mese chiudono il negozio, quindi è stata inutile la denuncia...

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8063
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Infortunio per violazione delle norme di sicurezza sul l

Messaggio da Ugo Fonzar » mar gen 15, 2019 2:08 pm

la querela non si estingue ...
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

Rispondi