Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Qui si discute del rischio di esplosione e dei prodotti in costruzione "antideflagrante"

Moderatore: Ugo Fonzar

Rispondi
Danielex
Messaggi: 40
Iscritto il: mer gen 29, 2020 12:37 pm

Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Danielex » mar feb 18, 2020 7:08 pm

Buonasera a tutti,
in una falegnameria, attualmente è presente un impianto di aspirazione polveri con il filtro installato all'interno dei locali.
Il filtro si vorrebbe spostare all'esterno per esigenze di sicurezza.

Ho reperito un pò di documentazione a proposito del sistema:
- dichiarazione di conformità dell'elettroventilatore alla Direttiva 2004/108/CE e 94/9/CE;
- dichiarazione di conformità del pannello di sfogo dell'esplosione alla Direttiva 94/9/CE;
- dichiarazione di conformità del vibratore per scuotimento filtri a maniche alla Direttiva 94/9/CE.

Nulla a proposito del filtro (o meglio c'è un manuale di istruzione scritto con i piedi).

Tutto l'impianto è stato installato nel 2011, il ventilatore si trova a monte del filtro.

La prima domanda è questa:
aldilà del fatto che ho molti dubbi a proposito delle caratteristiche di alcuni componenti (ventilatore e vibratore, ma li tratterò più avanti) e che ci sono gravi carenze dal punto di vista della sicurezza (mancanza di rilevazione, mancanza di interblocchi di funzionamento, ecc.) come ci si comporta nel caso in cui si decida di adeguare il sistema?
Io pensavo di suggerire un adeguamento con riferimento alla Norma UNI EN 12779:2016.
Quale documentazione sarebbe necessario produrre?
Io direi dichiarazione di conformità dell'intero sistema (esclusi i condotti di trasporto) alla 2014/34/UE, da produrre a cura del soggetto che interverrà èper apportare le modifiche (il quale dovrà fare riferimento alla UNI EN 12779:2016 con la quale risolve tutti i suoi problemi essendo Norma di tipo C).

Suggerimenti?

Grazie infinite

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8425
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Ugo Fonzar » mer feb 26, 2020 11:51 pm

concordo (se l'adeguamento è fatto oggi)
altrimenti se si pensa di adeguare a pre-2014 allora alla 94/9/CE (con misure di sicurezza compensative per ammodernamento ad oggi da "regola dell'arte" per capirci)
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

Danielex
Messaggi: 40
Iscritto il: mer gen 29, 2020 12:37 pm

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Danielex » gio feb 27, 2020 1:11 pm

Grazie per la risposta.

Nell'ambito dell'adeguamento alla Norme UNI 12779 avrei i seguenti dubbi:
1. prevederei un rivelatore di scintille o sensore di pressione che attiva un allarme ottico/acustico e interrompe il flusso d'aria grezza fermando il ventilatore;
2. prevederei una valvola di non ritorno (s. la valvola flap) sull'ingresso aria grezza;
3. considererei il pannello di venting quale misura di protezione contro l'esplosione (sfogo all'esterno in luogo sicuro e verifica del corretto dimensionamento), leggendo il punto 5.4.3.3 della Norma sembra che possa essere considerata una misura sufficiente;

E' il caso di prevedere anche una protezione contro al propagazione della fiamma e della pressione in corrispondenza dell'uscita aria pulita?
Al di sotto del filtro è presente un saccone collegato allo stesso mediante collare metallico. Posso considerare il sacco come "parte del filtro" oppure dovrei prevedere la rotocella o un sistema per la protezione contro la propagazione della fiamma e della pressione?

Grazie

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8425
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Ugo Fonzar » ven feb 28, 2020 8:24 am

E' il caso di prevedere anche una protezione contro al propagazione della fiamma e della pressione in corrispondenza dell'uscita aria pulita?
al camino che spara verso l'alto no
per evitare propagazione zona 22 esterna si usa un sensore triboelettrico
Al di sotto del filtro è presente un saccone collegato allo stesso mediante collare metallico. Posso considerare il sacco come "parte del filtro" oppure dovrei prevedere la rotocella o un sistema per la protezione contro la propagazione della fiamma e della pressione?
rotocella a tenuta
o
contenitore metallico
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

Danielex
Messaggi: 40
Iscritto il: mer gen 29, 2020 12:37 pm

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Danielex » ven feb 28, 2020 10:38 am

Ugo Fonzar ha scritto:
ven feb 28, 2020 8:24 am
al camino che spara verso l'alto no
per evitare propagazione zona 22 esterna si usa un sensore triboelettrico
paradossalmente però potrebbe essere accettabile la zona 22 nel condotto di espulsione (aria pulita)? Non ci sono fonti d'innesco e potrei predisporre una procedura di verifica periodica per monitorare lo stato delle maniche filtranti.
Però mi viene da pensare che la sonda triboelettrica potrebbe essere richiesta anche per motivi ambientali (e qui sono veramente a secco di conoscenze - girerei la palla al consulente ambientale).
Ugo Fonzar ha scritto:
ven feb 28, 2020 8:24 am
rotocella a tenuta
o
contenitore metallico
Questa conclusione me la immaginavo, anche se non ho trovato indicazioni precise nella 12779 (probabilmente deficit di lettura mio).
Questo aspetto sono sicuro che sarà oggetto di furiose discussioni con il Committente.

Il problema credo sia la tenuta del sacco alla sovrapressione in caso di esplosione e la successiva diffusione dell'incendio o sbaglio?

Ci sono soluzioni alternative che potrei intraprendere per mantenere il sacco?

Grazie infinite per l'aiuto!

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8425
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Ugo Fonzar » ven feb 28, 2020 11:09 am

il sacco non è a tenuta...
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

Danielex
Messaggi: 40
Iscritto il: mer gen 29, 2020 12:37 pm

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Danielex » ven feb 28, 2020 12:37 pm

Questo è un bel casino...

Mi sa che con la rotocella di mezzo tanto vale sostituire tutto il filtro.
Mi sembra molto complicato l'adeguamento dell'attuale filtro per l'installazione della rotocella.

Valuterò un contenitore metallico, anche se poi le operazioni di scarico diventeranno complicate.
Sento qualche costruttore per chiarirmi un pò le idee.

Avevo sottovalutato questo aspetto, si vede che sono un novellino della materia :oops:

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8425
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Ugo Fonzar » ven feb 28, 2020 12:49 pm

è un problema che abbiamo tutti
novellini o meno

e una coclea che trasporta fuori il materiale (al posto della rotocella?)
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

Danielex
Messaggi: 40
Iscritto il: mer gen 29, 2020 12:37 pm

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Danielex » ven feb 28, 2020 2:41 pm

Il pranzo mi ha illuminato :mrgreen: :mrgreen:

Per mantenere l'uso del saccone posto direttamente sulla bocca di scarico del filtro (senza rotocella), potrei immaginare di chiudere completamente il tutto all'interno di pareti metalliche.
Per capirci, parliamo del classico filtro con tramoggia, io prevedo la prosecuzione delle pareti del filtro fino a terra e faccio installare una porta (o pannello estraibile) su uno dei quattro lati cosicchè si potrà procedere alla sostituzione del sacco.

Mi sembra una soluzione più economica rispetto alle altre, col vantaggio che non necessita in futuro di particolare manutenzione.
Avrò una nuova zona 22 e niente di più se non sto prendendo abbagli clamorosi.

Sto immaginando cose sensate o mi sto arrampicando sugli specchi secondo voi? :mrgreen:

Grazie!!

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8425
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Ugo Fonzar » ven feb 28, 2020 3:10 pm

mi pare una idea ok
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

Danielex
Messaggi: 40
Iscritto il: mer gen 29, 2020 12:37 pm

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Danielex » ven feb 28, 2020 3:13 pm

Ti ringrazio infinitamente per il supporto Ugo.

A questo punto ho tutte le soluzioni, complete di alternative, da presentare al cliente e confrontare con i costruttori che interpelleremo.
Aggiornerò il topic quando avremo una soluzione definitiva, caso mai fosse utile anche ad altri.

Grazie ancora e spero di riuscire a sdebitarmi con dei contributi al forum

Danielex
Messaggi: 40
Iscritto il: mer gen 29, 2020 12:37 pm

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Danielex » ven feb 28, 2020 4:32 pm

Come non detto..

Ho ancora un dubbio a proposito dell'eventuale sistema di estinzione.
Sinceramente pensavo di evitarlo in quanto sono messe in atto tutta una serie di misure di prevenzione e protezione che a mio parere garantiscono un buon livello di sicurezza.

Poi però leggo sulla UNI 12779:2016 che ogni filtro deve essere equipaggiato "almeno" con un sistema di spegnimento ad acqua con ugelli spruzzatori sul filtro e collegamento per manichetta antincendio.
Mi sembra una misura assurda, per rispettare pedestremente la Norma basterebbe nel mio caso un ugello e un punto di collegamento alla manichetta posto vicino al filtro.
Poi chi glielo spiega ai VVF che devono andare vicino al filtro e collegare la manichetta (è chiaro che potrei mettere il collegamento a 30 - 40 m, ma per rispettare la Norma non è richiesto).

Qua mi sa che mi gioco la rispondenza alla UNI 12779 :mrgreen: .

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8425
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Ugo Fonzar » ven feb 28, 2020 5:03 pm

quando inizierà a bruciare un silos
e si alzerà il fumo nero in alto
e arriveranno Arpa VVF e poi CC, USL e 117 con l'ufficio delle entrate
si rimpiangerà di non aver installato un ugello per spruzzare acqua all'interno del silos
che permette in poco tempo di spegnere l'incendio e riprendere il lavoro in sicurezza

(non ho fatto un caso "a caso", credimi)
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

Danielex
Messaggi: 40
Iscritto il: mer gen 29, 2020 12:37 pm

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Danielex » ven feb 28, 2020 5:30 pm

Sono più che d'accordo, però la considerazione vale se metto l'ugello spruzzatore e lo collego direttamente ad un impianto fisso di estinzione con elettrovalvola che apre immediatamente al ricevimento di un segnale da un sistema di rivelazione (però qui devo essere più che certo dell'affidabilità del sistema, altrimenti butto filtri a maniche a non finire in caso di falsi allarmi).

Installare invece l'ugello e poi buttare lì un tubo da collegare alla manichetta "all'occorrenza" secondo me non serve a nulla. Preciso che questa è la soluzione prevista dalla Norma 12779.
Sappiamo tutti quanto stretti siano i tempi di intervento in caso di incendio (ben peggio in caso di esplosione).

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8425
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Impianto di aspirazione falegnameria - Spostamento e adeguamento

Messaggio da Ugo Fonzar » lun mar 02, 2020 8:44 pm

se non ti fidi del sistema automatico a spruzzo interno
fallo con azionamento manuale e allarme incendio interno del silos
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

Rispondi