DM 37/08 Impianto distribuzione gas tecnici

Riguarda gli impianti meccanici (aeraulici, termici, antincendio, ...)

Moderatore: Ugo Fonzar

Rispondi
Bayern1
Messaggi: 572
Iscritto il: lun gen 08, 2007 4:43 pm

DM 37/08 Impianto distribuzione gas tecnici

Messaggio da Bayern1 » gio feb 23, 2012 11:03 pm

Secondo voi gli impianti di distribuzione dei gas tecnici Idrogeno ( da zona stocaggio bombole a 200 bar ridotta a 10 Bar) situata in zona isolata e Azoto ( da silo azoto) verso lo stabilimento sono soggetti a progetto ai sensi del DM 37/08 ?

PS: per completezza di info ( anche se non rilevante ma per vostra curiosità) all'interno dello stabilimento i due gas vengono miscelati ( 5% di idrogeno ed al 95% azoto) e utilizzati in forni di saldobrasatura

Ciao
Bayern

Bayern1
Messaggi: 572
Iscritto il: lun gen 08, 2007 4:43 pm

Re: DM 37/08 Impianto distribuzione gas tecnici

Messaggio da Bayern1 » ven feb 24, 2012 8:09 am

Leggendo il Decreto l’obbligo del progetto esiste per gli impianti di
distribuzione ed utilizzazione di gas combustibili con portata termica superiore a 50 kW.
Sono soggetti ad obbligo di progetto gli impianti di distribuzione di:
- gas medicali (ossigeno, aria compressa, vuoto e protossido d'azoto, ove ancora usato) realizzati negliospedali e case di cura, compreso lo stoccaggio;
- gas tecnici utilizzati nei laboratori di analisi e/o ricerca


Sembrerebbe che il caso il questione con rientri tra quelli in cui è necessario il progetto :?:

Bayern

antony
Messaggi: 480
Iscritto il: lun mar 20, 2006 11:33 am
Località: Portogruaro (VE)

Re: DM 37/08 Impianto distribuzione gas tecnici

Messaggio da antony » ven feb 24, 2012 8:10 am

A me i VVF hanno chiesto la Dichiarazione di conformità 37/08 per una rete di gas tecnici (gpl, ossigeno, argon) per una officina di saldatura. Credo citassero l'art. 1 c.2 lett. e) "impianti per la distribuzione e l'utilizzazione di gas di qualsiasi tipo [...]

antony
Messaggi: 480
Iscritto il: lun mar 20, 2006 11:33 am
Località: Portogruaro (VE)

Re: DM 37/08 Impianto distribuzione gas tecnici

Messaggio da antony » ven feb 24, 2012 8:12 am

...e progetto > 50 kW.

Bayern1
Messaggi: 572
Iscritto il: lun gen 08, 2007 4:43 pm

Re: DM 37/08 Impianto distribuzione gas tecnici

Messaggio da Bayern1 » ven feb 24, 2012 8:36 am

Ciao Antony, sembrerebbe che la condizione P>50KW non sia l'unica per l'obbligo di progetto , riprendiamo il testo originale che riporto ( la precedente era in realtà una interpretazione) si ha obbligo di progetto per:
impianti di cui all'articolo 1, comma 2, lettera e), relativi alla distribuzione e l'utilizzazione di gas combustibili con portata termica superiore a 50 kw o dotati di canne fumarie collettive ramificate, impianti relativi a gas medicali per uso ospedaliero e simili, compreso lo stoccaggio;
A) quindi oltre alla condizione di P>50KW abbiamo altre situazioni...se interpreto bene anche se non si ha la condizione P>50KW se si hanno canne fumarie collettive e ramificate rientra nell'obbligo di progetto ... potrebbe essere la mia situazione in quanto il reparto è dotato di 4 forni operanti in in atmosfera controllata Azoto/Argon con fiamme pilota alim. a metano i cui fumi confluisconi in un unico camino


B) poi abbiamo il caso dei gas medicali ed ospedalieri e simili

Bayern

antony
Messaggi: 480
Iscritto il: lun mar 20, 2006 11:33 am
Località: Portogruaro (VE)

Re: DM 37/08 Impianto distribuzione gas tecnici

Messaggio da antony » ven feb 24, 2012 9:39 am

Si, secondo me devi progettare. E' vero che le CCR (canne collettive ramificate) di solito sono in ambito abitativo, ma penso non si possa escluderlo nel tuo caso. La 7129 definisce "canna fumaria collettiva ramificata (CCR): Condotto asservito a più apparecchi installati su più piani di un edificio, realizzata solitamente con elementi prefabbricati che, per giusta sovrapposizione e giunzione, determinano una serie di canne singole (secondari), ciascuna dell'altezza di un piano, e un collettore (primario) nel quale defluiscono i prodotti della combustione provenienti dai secondari a mezzo di un elemento speciale che svolge la funzione di deviatore....

Rispondi