Contatore gas in veranda

Riguarda gli impianti meccanici (aeraulici, termici, antincendio, ...)

Moderatore: Ugo Fonzar

Rispondi
ing@c
Messaggi: 3
Iscritto il: lun giu 07, 2010 1:32 pm

Contatore gas in veranda

Messaggio da ing@c » mar giu 08, 2010 5:19 am

Ciao!
Sono nuovo del forum...e avrei un quesito da sottoporre...

Sono direttore dei lavori per una DIA che prevede diversi lavori di ristruttuazione di un appatamento in un condominio in città. Tra questi c'è anche la realizzazione di una veranda a chiusura della parete esterna della cucina.

La veranda è stata eseguita e controllando l'esecuzione dei lavori ho notato che al suo interno, su quella che prima della veranda era la parete esterna della cucina, è presente una nicchia non ermetica che contiene il contatore del gas dell'unità immobiliare.

Sono stati realizzati tutti i fori nel rispetto della 7129/2008 dato che l'impianto del gas è stato rinnovato: foro basso in cucina 100 cmq, termocoppie e cappa aspirante collegata alla canna esterna, foro basso 100 cmq per l'aria comburente in veranda per la ventilazione indiretta. A questo punto è stato inserito anche un foro alto in veranda per renderla ventilata ed aerata appunto a causa della presenza del contatore e nel rispetto della uni 9036.

Ora la domanda: ma rispettando la uni 9036, quindi avendo un contatore in un locale interno dotato di ventilazione naturale permanente (locale che non è nè una camera da letto nè un bagno nè un locale a rischio incendio, ma una veranda ventilata in modo naturale, come richiesto dalla norma) e il contatore per impossibilità non è stato spostato sulle pareti esterne della veranda, quindi risiede su una parete che potrebbe essere considerata interna (la norma dice che è buona regola installarlo su parete esterna, ma non dice che è obbligatorio) l'intervento può considerarsi a norma?

Il fornitore del gas per maggiore sicurezza richiede una nicchia ermetica, comunicante con l'esterno, ma è cosa impossibile realizzare dei canali per mettere in comunicazione la nicchia contatore con l'esterno...

Grazie in anticipo, ciao Alessandro

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8214
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da Ugo Fonzar » mer giu 09, 2010 12:05 am

benvenuto innanzitutto

1 - Il fornitore del gas "ha sempre ragione" ;) (o quasi...)
2 - provo a leggere un po' la norma da te citata

4.4.1.11 Se il gruppo di misura (contatore) o il punto d’inizio non è ubicato all’interno dell’alloggio, o in spazi di esclusiva pertinenza dell'alloggio stesso (balconi, cortili, giardini, ecc.) deve essere installato un dispositivo di intercettazione generale in uno dei luoghi sopra indicati. Tale dispositivo deve essere in posizione accessibile.

3.5.13 spazio esterno: Spazio esterno al volume del corpo dell’edificio definito dalle pareti perimetrali esterne. Si considerano spazio esterno anche ambienti non confinati come per esempio i balconi/logge aperte, lastrici solari, e similari.


non molto di aiuto... ma non è all'esterno a questo punto, giusto?
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

ing@c
Messaggi: 3
Iscritto il: lun giu 07, 2010 1:32 pm

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da ing@c » mer giu 09, 2010 8:11 am

Riporto il testo della uni 9036 che interessa l'installazione singola di contatore gas (per "singola" si intende che c'è un solo contatore che alimenta una singola utenza):

5.3.1.2. Installazione singola interna in cui il gruppo di misura è installato all’interno dei locali

La soluzione può essere adottata qualora non sia possibile l’installazione all’esterno. In tal caso è buona regola installare il gruppo di misura immediatamente a ridosso del muro perimetrale attraversato dalla condotta di alimentazione.
È vietata l’installazione di gruppi di misura:
a) nei locali in cui non sia possibile realizzare una ventilazione naturale;
b) nei locali adibiti a camere da letto;
c) nei locali destinati a servizi igienici;
d) al disotto di lavabi o lavandini;
e) al disopra di apparecchi di utilizzazione a fiamma libera;
f) negli ambienti in cui possono formarsi atmosfere con potenziale capacità di provocare corrosioni;
g) nelle autorimesse
h) nei depositi di combustibile o materiale infiammabile.

È consentita l’installazione all’interno dei locali di cui in a), b) e c), di misuratori di classe non superiore a G4 a condizione che il gruppo di misura sia installato in nicchia corredata di sportello a tenuta di gas e nella parte di fondo della nicchia siano ricavate, in alto e in basso, aperture di aerazione permanente verso l’esterno con sezione totale non minore di 100 cm2.
Nel caso di impianto di utilizzazione con portata termica maggiore di 35 kW (~ 30 000 kcal/h), qualora non sia possibile installare il gruppo di misura all’esterno dello stabile, ne è consentita l’installazione:
a) in ambiente aerato e separato dal locale di utilizzazione del gas;
b) per i gas aventi densità, riferita all’aria, minore di 0,8 anche in apposito manufatto di muratura, rispondente alla normativa antincendio, costruito all’interno del locale di utilizzazione del gas in adiacenza a parete attestata su spazi scoperti. Tale manufatto deve essere aerato direttamente dall’esterno tramite canali di aerazione; il misuratore
può essere accessibile dall’interno per il solo personale dell’azienda erogatrice del gas, tramite sportello a tenuta di gas.


Io mi trovo in questa situazione:
1) cucina con n°1 sola parete esterna con apparecchio di cottura con termocoppie, cappa aspirante collegata all'esterno mediante canale, foro da 100 cmq in basso (che dà sulla veranda);
2) veranda che chiude l'unica parete esterna della cucina. La veranda è stata dotata di un foro basso e di un foro alto con area 100 cmq/cad.
3) nel locale delimitato da 3 pareti di veranda e dalla parete della cucina, sulla parete della cucina ho un contatore gas in nicchia NON ermetica. Per questo è stato aggiunto anche il foro in alto nella veranda.

Mia interpretazione: di fatto la norma non dice che è OBBLIGATORIO che il contatore stia all'esterno. Dice che è solo vietato piazzarlo in camera, in bagno e in locali dove non puoi realizzare una ventilazione naturale diciamo permanente e ovviamente è vietato in tutti i luoghi con pericolo di incendio. Infine dice che sarebbe buona regola installarlo su parete esterna, ma non dice che è obbligatorio. Quindi io ritengo che la norma uni sia soddisfatta in quanto io ho il contatore in luogo interno (diverso da quelli esplicitamente indicati come vietati) con ventilazione naturale permanente (n°2 fori uno alto e uno basso da 100 cmq/cad.).

Parere informale amg@: nicchia ermetica comunicante con l'esterno. Parere formale amg@: rifare tutto l'impianto gas del condominio e portare tutti i contatori all'esterno in un luogo di agevole accesso, giù al pianterreno.

PS: ti ringrazio molto per avermi risposto e ne approfitto per salutarti "direttamente", dato che sei il padrone di casa!!! Poi ho dato un'occhiata al tuo sito, al blog, al forum alle sue regole: davvero complimenti, sei un professionista giovanissimo, preparatissimo, in termini di valori io ti definirei atipico... Prima o poi spero di avere l'occasione di conoscerti anche di persona. Infine complimenti per il tuo curriculum...fa davvero paura...
Io ho 32 anni lavoro in zona Udine in proprio dal 2008 e mi occupo di impianti...sto scoprendo le gioie (poche, ma buone) e i dolori (tanti) della professione di progettista.

Ciao! Alessandro :)

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8214
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da Ugo Fonzar » mer giu 09, 2010 10:55 am

Ciao Alessandro, grazie per il "giovane" (che va in contrasto con il mio cv però... ;) )
ho una grande ammirazione per i progettisti degli impianti (più dei consulenti per capirci) in quanto ho fatto e faccio anche io in quota parte il tuo mestiere (oggi ormai poco)

Il punto è che amg@ ha "ragione" in quanto tu hai una aerazione naturale INDIRETTA (e qui la norma tace)
e il punto
È consentita l’installazione all’interno dei locali di cui in a), b) e c), di misuratori di classe non superiore a G4 a condizione che il gruppo di misura sia installato in nicchia corredata di sportello a tenuta di gas e nella parte di fondo della nicchia siano ricavate, in alto e in basso, aperture di aerazione permanente verso l’esterno con sezione totale non minore di 100 cm2.
sarebbe il tuo caso anche se non applicabile in pieno...

la ratio del disposto è quello che una eventuale fuga sia gestita al meglio
e forse la ventilazione indiretta va bene per prelevare aria "fresca" dall'esterno e non fungere da diluitrice in caso di fuga di gas (questo è il mio pensiero - ocjo che non è vincolante)

grazie e salutoni :D
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

ing@c
Messaggi: 3
Iscritto il: lun giu 07, 2010 1:32 pm

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da ing@c » mer giu 09, 2010 12:01 pm

:?
...in realtà amg@ non vuole contatori in terrazzo e tantomeno in casa...quindi quel contatore prima o poi è destinato a essere portato giù...addirittura amg@ sostiene che gli edifici con contatore sul terrazzo a udine si contano sulla punta delle dita di una mano...sarà, anche se non sono convinto. E se fosse proprio così...bella sfiga a beccarmi proprio io uno di questi 5 potenziali condomini! :(

Comunque sia in realtà la nicchia ermetica ci va solo nel caso di locali interni non ventilabili (o camere da letto o bagni). O sbaglio? io leggo questo dalla norma. La veranda è ventilata.

Un altro problema, come mi fai notare giustamente, è che il caso non è normato con chiarezza. Ventilando la veranda ricado in un locale interno ventilato naturalmente, quindi non sono tra i luoghi con divieto di installazione di un contatore gas. La norma è rispettata, il problema è che per maggiore sicurezza (cosa non normata!) l'ente indica la nicchia ermetica.

Il punto che non è chiaro per me è:
1) per regola d'arte si intende un lavoro eseguito nel rispetto delle norme uni e cei;
2) un impianto che rispetta le norme uni e cei quindi è a regola d'arte e il professionista ha rispettato la normativa, quindi è sollevato da eventuali responsabilità in caso di problemi;
3) perchè esistono interpretazioni? o meglio: possono esistere interpretazioni?

Infatti per l'idraulico che mi firma la conformità e il progetto dell'impianto, il contatore poteva stare anche sotto il letto o vicino al caminetto, che per lui andava benissimo.

Per il cliente è importante "bucare" il meno possibile: meglio non bucare, tanto non succede niente...

Per l'amg@ è corretta la cosa più cautelativa e tutelativa, non vogliono avere problemi in caso di problemi. Infatti per loro il contatore deve stare fuori e a terra.

Per il progettista....ma neanche si era posto il problema....

Per il direttore dei lavori (il sottoscritto) è importante chiudere i lavori nel rispetto della normativa al di l à che il progetto sia mio o di chicchessia e in ogni caso facendo le cose bene, senza spade di Damocle sopra la sua testa mia, del progettista, del committete, dell'installatore, dell'amg@ e dell'amministratore di condominio.

Una soluzione. Mettiamo che io faccia la ventilazione indiretta senza passare dalla veranda: apertura da 100 cmq sotto la porta interna della cucina (tra cucina e salotto) e foro sulla parete del salotto da 100 cmq. Secondo te sarei più a norma?
N.B.: questa possibilità di essere "più a norma" o "meno a norma" a mio parere prima o poi manderà al manicomio qualche povero professionista.... :lol:

Intanto rinnovo i ringraziamenti per la disponibilità......Ciao! Alessandro :D

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8214
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da Ugo Fonzar » mer giu 09, 2010 6:34 pm

Alessandro quanto dici è normale
è nei ruoli di ognuno degli interessati
e se sei giovane hai capito già tutto ;)

proponi quanto hai detto ad amg@ che sennò non ti eroga il gas e fai valere le tue ragioni

la regola dell'arte si fa dove le norme tacciono (e questo è un caso di quelli lì)

io ti ho detto la mia
ma vale poco in quanto "non parte interessata"

facci sapere come è finita poi

auguroni e salutissimi
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

filippo.batt
Messaggi: 4
Iscritto il: mar giu 17, 2014 10:35 am

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da filippo.batt » mar giu 17, 2014 10:42 am

Ciao, se ti può essere utile qui puoi trovare sportelli su misura in PPs per chiusura nicchie di utenze luce gas e acqua !
è molto semplice, inserendo le dimensioni calcoli direttamente il preventivo!

http://www.battistinilavorazioni.it/spo ... d-esterni/

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8214
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da Ugo Fonzar » mar giu 17, 2014 11:00 am

poi filippo ci paghi la pizza a tutti, ok? ;)
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

weareblind
Messaggi: 1593
Iscritto il: mar apr 13, 2010 1:17 pm
Località: Como

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da weareblind » mar giu 17, 2014 1:27 pm

Io ormai mi sto specializzando con la società [...]gas ad eseguire i tagli morosità metano! Se volete taglio pure i vostri!
We are blind to the world within us

filippo.batt
Messaggi: 4
Iscritto il: mar giu 17, 2014 10:35 am

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da filippo.batt » mer giu 18, 2014 10:11 am

Ugo Fonzar ha scritto:poi filippo ci paghi la pizza a tutti, ok? ;)
certo che sì! :lol:

aresmark
Messaggi: 22
Iscritto il: mer nov 09, 2011 12:20 pm

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da aresmark » mar lug 08, 2014 2:44 pm

Questo è un caso che a volte si incontra!
Mi sono sempre sentito dire che bisogna mettere un copri-contatore ermertico con due fori sopra e sotto che danno direttamente all'esterno!!
Ma come in questo caso, non sempre è possibile!
E se il contatore è in una nicchia ricavata nell'ingresso del condominio, cosa si fa? Si chiede al condominio di praticare un foro sopra e sotto? E se non vogliono farlo, sono a norma lo stesso col mio impianto?

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8214
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da Ugo Fonzar » mar lug 08, 2014 2:53 pm

nicchia aerata?
ultimamente vedo dei bei adeguamenti del distributore del gas con campi contatori a confine (o sei di Venezia?)

comunque contatta il tuo amministratore di condominio
che è responsabile delle parti comuni (con la nuova riforma di condominio)
e vedi che ti dice
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

aresmark
Messaggi: 22
Iscritto il: mer nov 09, 2011 12:20 pm

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da aresmark » mer lug 09, 2014 8:25 am

bhè hai capito subito che si tratta di Venezia!!
Ma volendo areare la scala, il buco (ipotesi) dove lo potrei chiedere, essendo metano??? sulla parte alta dell'ultimo piano?
scusate i ragionamenti assurdi, ma è spesso difficile applicare le norme nella realtà!

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8214
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da Ugo Fonzar » mer lug 09, 2014 8:56 am

ho sparato e indovinato ;)

come sopra: l'amministratore (a meno che non sia tu) è da contattare per segnalare la cosa - poi lui chiama un professionista e si vede come fare (aerare non è impossibile se si possono fare buchi in giro - ad es. uno alto e uno basso ad es. per effetto camino)
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

aresmark
Messaggi: 22
Iscritto il: mer nov 09, 2011 12:20 pm

Re: Contatore gas in veranda

Messaggio da aresmark » ven lug 11, 2014 9:19 am

Devo mettere a posto gli impianti per uno dei condomini e vedendo la posizione dei punti di consegna gas mi sono posto il problema! Lo metterò come richiesta da comunicare all'amministratore nel verbale allegato alla DI.RI dell'impianto gas!
Saluti a tutti. :D

Rispondi