Impianto estrusione

Riguarda le macchine immesse sul mercato o messe in servizio pre-direttiva macchine (in Italia 21 settembre 1996) senza che abbiano subito modifiche extra straordinaria manutenzione o di tipo sostanziale

Moderatore: Ugo Fonzar

Rispondi
gibbosky
Messaggi: 1147
Iscritto il: ven gen 18, 2008 11:53 am

Impianto estrusione

Messaggio da gibbosky » lun giu 25, 2018 7:26 am

Buongiorno a tutti,
mi trovo in una condizione nella quale in uno stabilimento esistono due linee di estrusione.
Una pre e l'altra post DM e quest'ultima molto vicina all'uscita della normativa comunitaria.
Fermo restando quindi la considerazione ultima e l'art. 71 .c 4 a) .3 focalizzo l'attenzione sulla prima linea, a mio avviso prioritaria.

Essendo ante DM, devo chiaramente attendere all'art. 70 c.2.
Mi domando però, come agire quando si è in presenza di una linea costituita da più macchine o quasi macchine ante 96?

Dunque si tratterebbe senza ombra di dubbio di un "insieme", ma l'allegato V contempla gli insiemi ?

Per mettere a posto la documentazione sarebbe necessario che un professionista asseveri il possesso dei requisiti di cui all'allegato all'insieme, oppure è il caso che prima si asseveri il possesso dei requisiti di tutti i componenti dell'insieme (tutti ante DM) e quindi poi se ne faccia una asseverazione che li ingloba e un libretto di uso e manutenzione complessivo?

Credo che il TU nel suo allegato V voglia che si ritenga ragionevole considerare l'insieme come una macchina, è corretto?

Grazie

Gibbosky

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8119
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Impianto estrusione

Messaggio da Ugo Fonzar » lun giu 25, 2018 8:08 am

l'allegato V non si pone il problema dell'insieme
ma della conformità e grado di sicurezza delle attrezzature di lavoro esistenti
e quindi sia l'attrezzatura in sè
sia le sue interconnessioni e funzionamento coordinato con le altre (non ho usato il termine solidale appositamente)
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

gibbosky
Messaggi: 1147
Iscritto il: ven gen 18, 2008 11:53 am

Re: Impianto estrusione

Messaggio da gibbosky » lun giu 25, 2018 9:21 am

Ciao Ugo,
l'allegato V non si pone il problema dell'insieme
E questo in effetti lo avevo intuito, ma volevo esserne certo.
ma della conformità e grado di sicurezza delle attrezzature di lavoro esistenti
Ammesso che la linea consta dei componenti A,B e C la persona incaricata di stabilire e documentare la conformità della linea a questo punto dovrebbe documentare (asseverare con una perizia?) quanto segue:

- conformità allegato V dei componenti A,B e C.

La perizia può essere unica e che tratta dei tre componenti ?
In questa perizia si dovrebbe trattare anche le interazioni tra le macchine A,B e C ?
Indicazioni rispetto a uso e manutenzione a parte?

P.S.

La valutazione dei rischi... che normalmente va fatta nel FT a questo punto dove ne deve dare evidenza il DdL ?
DVR ?

Grazie Ugo.

Gibbosky

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8119
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Impianto estrusione

Messaggio da Ugo Fonzar » mar giu 26, 2018 12:28 am

non esistono "perizie"
esiste la vdr di conformità all'allegato V (che anche questa non esiste) che fa il datore di lavoro
considerando le tre macchine A B e C e i tre connessioni e collegamenti tra di loro
direi
1- individuazione dei lavori di adeguamento da fare
2- esecuzione lavori
3- dichiarazione di regola dell'arte dei lavori eseguiti da parte delle singole ditte
fine
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

gibbosky
Messaggi: 1147
Iscritto il: ven gen 18, 2008 11:53 am

Re: Impianto estrusione

Messaggio da gibbosky » mar giu 26, 2018 7:39 am

Ciao Ugo,
non esistono "perizie"
Ma perché allora quando si tratta dei classici parchi macchine dell'officina artigiana, intendo dire trapano a colonna, pressa piegatrice, fresa, tornio, calandra, vedo sempre un documento nel quale si indicano per ogni macchina lo stato dell'arte, le anomalie rispetto all'allegato V riscontrate e gli adeguamenti da fare, firmata e timbrata da un ingegnere o da un perito?

In effetti stante l'articolo 70 e 71 pare chiaro che uno debba valutare lo stato della macchina rispetto ai possibili pericoli/rischi che questa può indurre sui lavoratori senza necessità di alcun documento se non come te dici un DVR a firma del DdL.

Da te non si usano queste "relazioni" o "perizie" tecniche?

Tuttavia ho capito, il DdL per mezzo ad esempio di RSPP o supportato da professionista, ribatte l'intera linea di estrusione (componenti A,B e C + interconnessione) rispetto ai requisiti in allegato V, documenta il tutto come fosse una valutazione dei rischi secondo la 12100 ed alla fine tira fuori ciò che va e ciò che non va... eventualmente adegua.
Fine.

Grazie Ugo

Gibbosky

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8119
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Impianto estrusione

Messaggio da Ugo Fonzar » mar giu 26, 2018 7:50 pm

esatto fine

la perizia è qualsiasi relazione tecnica
fatta da un tecnico

timbri e firme le fai se è richiesto dall'abilitazione all'albo
che in tal senso tace e non dice nulla

è una cosa in più
non vietata
ma inutile

inutile poi è fare "perizie asseverate" con giuramento in tribunale difronte a un cancelliere
con tanto di marche da bollo
aumenta solo la pena in caso di "falso"
ma si va in galera in due (datore di lavoro e consulente) e non toglie o aggiunge niente

qualche info qui
http://www.studiofonzar.com/blog/?p=38948
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

SerafinoF
Messaggi: 1083
Iscritto il: ven giu 10, 2011 11:16 am

Re: Impianto estrusione

Messaggio da SerafinoF » gio giu 28, 2018 1:00 pm

Teoricamente, ma molto teoricamente, il "timbro" dovrebbe certificare la competenza del tecnico.
Mi spiego.
Tu DdL puoi far eseguire la verifica a chi ti pare, sotto la tua responsabilità e con questo termine intendo anche la responsabilità di aver scelto il tecnico.
Se il tecnico non Sto arrivando! e non evidenzia, è colpa del DdL e solo in seconda battuta del tecnico.
Quindi, a titolo di cautela "legale" il DdL dice: fra le competenze di ingegneri e periti industriali ci sono anche quelle che mi servono.
Poi non completa l'opera di approfondimento "studiando" le competenze dei soggetti che ha scelto, ma qui è vero anche il contrario: se tu professionista hai accettato di fare un lavoro significa che eri in grado di farlo, aggiungerei, direttamente o per mezzo della tua organizzazione tecnica.
In certi settori specifici trovi che le certificazioni di cose molto simili a macchine possono essere fatte da tecnici liberi professionisti od organismi di certificazione i cui tecnici non necessariamente sono periti od ingegneri ma hanno competenze specifiche a volte superiori.

gibbosky
Messaggi: 1147
Iscritto il: ven gen 18, 2008 11:53 am

Re: Impianto estrusione

Messaggio da gibbosky » ven giu 29, 2018 12:44 am

Grazie Ugo,
Graze Serafino.,

credo che siate stati chiari.

Ciao

Gibbosky

Rispondi