PROTEZIONE FORATRICE FRESATRICE

Riguarda le macchine immesse sul mercato o messe in servizio pre-direttiva macchine (in Italia 21 settembre 1996) senza che abbiano subito modifiche extra straordinaria manutenzione o di tipo sostanziale

Moderatore: Ugo Fonzar

Rispondi
QUADRATO2
Messaggi: 105
Iscritto il: gio giu 23, 2016 3:38 pm

PROTEZIONE FORATRICE FRESATRICE

Messaggio da QUADRATO2 » mer feb 14, 2018 4:54 pm

buongiorno.
per la corretta protezione di una foratrice per legno, mi sono preso le norme EN 848-3 E EN13128

QUESTA MACCHINA è di tipo automatico a precaricamento manuale.

vista la norma ho calcolato lo spessore del pannello lexan sulla base dei giri del mandrino e diametro della fresa.

ora però noto come questi parametri siano molto vincolanti e giustificati per una protezione direttamente sul pezzo pericoloso (punta che si rompe)

ma in questo casao andrebbero montate lungo la recinzione della cella perimetrale ovvero a 2 metri dalla punta in lavorazione,

la punta poi è "protetta" da setole perimetrali con un aspiratore e quindi non risulta visibile poichè nascosta dal suo aspiratore.

ora mi chiedo questo tipo di calcolo quindi può essere valutato con un coefficiente di riduzione? se si avete riferimenti in merito?

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8127
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: PROTEZIONE FORATRICE FRESATRICE

Messaggio da Ugo Fonzar » ven feb 16, 2018 2:40 am

se prendi lo spessore totale senza riduzioni è troppo?
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

SerafinoF
Messaggi: 1084
Iscritto il: ven giu 10, 2011 11:16 am

Re: PROTEZIONE FORATRICE FRESATRICE

Messaggio da SerafinoF » ven feb 16, 2018 2:52 pm

Da un punto di vista fisico avrebbe senso ridurre gli spessori, od almeno verificare la possibilità di ridurli.
Da un punto di vista pratico non ho in mente nemmeno un coefficiente tabellato in qualche norma.
Da un punto di vista della convenienza, se appena possibile, non andrei in cerca di rogne.

Rispondi