Indebita apposizione CE - Perseguibile dopo 10 anni?

Riguarda le macchine immesse sul mercato o messe in servizio pre-direttiva macchine (in Italia 21 settembre 1996) senza che abbiano subito modifiche extra straordinaria manutenzione o di tipo sostanziale

Moderatore: Ugo Fonzar

Rispondi
SerafinoF
Messaggi: 1084
Iscritto il: ven giu 10, 2011 11:16 am

Indebita apposizione CE - Perseguibile dopo 10 anni?

Messaggio da SerafinoF » mar giu 16, 2015 7:42 am

Due casi per una medesima domanda:

L'indebita marcatura CE da parte di un soggetto è perseguibile dopo un certo numero di anni oppure no? Posso, una volta rilevata l'indebita marcatura, rivalermi sul soggetto anche se sono passati, diciamo, 10 anni?
A mio avviso si, ma non ho mai affrontato il problema nei termini che vi indico

1- Macchina "anonima" ma non autocostruita dotata di manuale redatta da un distributore dal quale parrebbe che la macchina, costruita extra-UE sia poi stata ceduta nel mercato UE verso il 2000. Il CE presente è ridicolo. Mancano le targhe identificative, la dichiarazione di conformità ed altre cose che invalidano nella forma e nella sostanza il CE apposto. Essendo passati oltre 10 anni dalla data di immissione sul mercato, colui che ha acquistato può rivalersi sul rivenditore?

2 - Macchina tutt'altro che anonima, ben costruita, ma realizzata extra UE ed immessa sul mercato post 1996. Anche in questo caso nessuna dichiarazione di conformità presente e leggendo il manuale, il costruttore non sembra particolarmente intenzionato a vendere nel mercato UE (non è esplicitamente escluso tuttavia). Un leasing finanzia l'acquisto. Per me, anche in questo caso, ci si potrebbe rivalere su colui che ha venduto.

Problemi collaterali: diciamo che queste macchine lavorano dal 2000 e mai nessuno si è accorto della mancanza delle DdC (dico il sign. RSPP per esempio) sicuramente l'azienda non ne esce indenne a mio avviso. Condividete?

Non posso nemmeno presumere di cancellare il CE dato che vi sarà della documentazione che attesta l'acquisto post 1996 e come detto, salvo un caso, l'anno di costruzione è palese.
Per me rimangono solo due vie percorribili

1- Nuova marcatura CE
2- Messa fuori servizio temporanea, verifica con i soggetti venditori e quindi procedere per le vie legali

Che ne dite?

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8127
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Indebita apposizione CE - Perseguibile dopo 10 anni?

Messaggio da Ugo Fonzar » mar giu 16, 2015 11:26 am

se la macchina "non risponde" il datore di lavoro non la può usare = 1o danno

rivalersi verso i fornitori e fabbricante perché?
- se c'è stato un ferito allora sarà la magistratura, che sequestrata la macchina provvederà
- se fai scrivere a un avvocato a livello civilistico... mah

insomma in entrami i casi "campa cavallo..." e = 2o danno

direi di prendere in mano la situazione
e adeguarle
chiedere ok o "una mano" al fabbricante originale se c'è ancora
e vediamo che succede
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

SerafinoF
Messaggi: 1084
Iscritto il: ven giu 10, 2011 11:16 am

Re: Indebita apposizione CE - Perseguibile dopo 10 anni?

Messaggio da SerafinoF » mer giu 17, 2015 1:07 pm

Per uno dei due esempi che ho fatto, che il datore di lavoro non la possa usare non sarebbe un danno in termini sociali :mrgreen:

SerafinoF
Messaggi: 1084
Iscritto il: ven giu 10, 2011 11:16 am

Re: Indebita apposizione CE - Perseguibile dopo 10 anni?

Messaggio da SerafinoF » mer giu 17, 2015 1:13 pm

Ho schiacciato troppo presto...

OK adeguo, ma a cosa? E' una chiara immissione sul mercato post 96, avvallata da vari soggetti fra cui in ultimo l'utilizzatore. Percorrendo la via del tecnico direi marcare CE anche perché se la medesima macchina fosse venduta, che cosa si potrebbe asserire? In effetti andava marcata CE, ma mi sono scordato di farlo 15-16 anni fa... sai c'era tanto da lavorare e sposta oggi sposta domani mi son volati gli anni come ridere.... Non mi pare regga come scusa...

Chi vota per rimarcare CE?

goldring
Messaggi: 175
Iscritto il: mer nov 30, 2011 6:52 pm

Re: Indebita apposizione CE - Perseguibile dopo 10 anni?

Messaggio da goldring » mer giu 17, 2015 2:53 pm

niente All.V per esempio?
Saluti
Luca

fbianchi
Messaggi: 117
Iscritto il: lun nov 28, 2005 7:06 pm

Re: Indebita apposizione CE - Perseguibile dopo 10 anni?

Messaggio da fbianchi » mer giu 17, 2015 3:27 pm

non capisco se stiamo parlando di non conformità formali o sostanziali (scusami il gioco di parole): al di là della dichiarazione di conformità, la macchina quando è arrivata era a posto? era conforme alla direttiva?
e adesso lo è ancora? non è che sono state apportate così tante modifiche da doverla ri-certificare?
Se tu volessi marcarla ora (sempre che trovi il fesso che firma come costruttore), saresti costretto a farla come se fosse messa sul mercato ora, quindi secondo nuova direttiva e nuove norme, con tutto quello che ne consegue in termini di adeguamento. Se ci sei obbligato dalle modifiche apportate, allora il datore di lavoro non ci può scappare, ma in caso contrario come si può giustificare? solo perché un foglio è sbagliato? mi sa che fanno prima a perderlo.
Ma se non hanno fatto modifiche, allora dovresti dimostrare che è conforme a quanto in vigore al tempo dell'acquisto e se vuoi certificarla, metti la data di 15 anni fa? e chi la firma?
Io prima di impelagarmi darei un po' di lavoro agli avvocati, che poi mi saranno grati che è sempre bene: contestazione a chi l'ha venduta.
E' anche vero che questo se ne sbatte, sono passati più di 10 anni, ha cestinato il fascicolo, nessuno si è fatto male, non ha nemmeno responsabilità per prodotto difettoso, però gli avvocati hanno sempre un coniglio nel cilindro.

SerafinoF
Messaggi: 1084
Iscritto il: ven giu 10, 2011 11:16 am

Re: Indebita apposizione CE - Perseguibile dopo 10 anni?

Messaggio da SerafinoF » mer giu 17, 2015 3:39 pm

vado con ordine

a) Allegato V in una macchina messa in servizio nel 2000 mi pare un po' forzato, ma è ovvio che meglio di niente è, anche se per la cronaca sarebbe una dichiarazione falsa più falsa di Giuda
b) Nel primo post discriminavo due casi: il secondo tecnicamente ci siamo e pur non dichiarandomi conforme ad una norma tecnica, ai RESS macchina direi che ci si sta. La prima paradossalmente è più facile da sistemare della seconda "a regla d'arte" solo che allo stato attuale manca di qualcosina (eufemismo) quindi tecnicamente si può fare una DdC dignitosa
c) non hanno subito modifiche dopo la messa in servizio, almeno non modifiche talmente evidenti da essere colte da un esame tecnico abbastanza scrupoloso e certamente non sostanziali
d) Manca un foglio che si chiama DdC che non è poco e non è facile da reperire ma inoltre in una è ignoto il costruttore (o meglio lo si capisce ma non è esplicito) MA c'è l'etichetta CE quindi trattasi di cosa? Indebita marcatura? Confusione?
e) avvocati: ci ho pensato, ci hanno pensato, ma andrei verso l'idea di Ugo di chiamarli solo come ultima risorsa

Qui di tecnico non c'è nulla di che da vedere, è solo destreggiarsi fra cavilli.
Penso con vivo interesse alla rottamazione...

Rispondi