Pagina 1 di 1

motori elettrici su macchine vecchie risistemate

Inviato: ven nov 08, 2013 9:30 am
da robyct
Buongiorno, dovendo fare un lavoro di sistemazione di una macchina vecchia, diciamo pre CE, è stato deciso di cambiare completamente l'impianto elettrico, compreso il cablaggio. Questo cambio non implica nè un aumento prestazionale nè un aggiunta di funzioni prima inesistenti.
La macchina però, dopo la sistemazione, verrà venduta all'estero: mi è venuto un dubbio sui motori elettrici, avendo deciso di mantenere gli originali vecchissimi.
Per il mercato comunitario dovrei sostituire i motori con i nuovi marcati CE? E se la vendita avviene in, ad esempio, Canada, devo sostituire i motori con altri nuovi e marcati UL-CSA?
Se adeguo oggi una macchina vecchia a norma CE e la marco CE (anno corrente 2013) devo adeguare i motori elettrici alla normativa vigente?
Più in generale quando è richiesta la sostituzione dei motori su di una macchina vecchia?

Scusate se ritenete l'argomento off-topic ma ho pensato che "macchine vecchie" fosse più pertinente di "impianti elettrici".

Grazie per ogni aiuto.

Re: motori elettrici su macchine vecchie risistemate

Inviato: ven nov 08, 2013 10:33 am
da SerafinoF
Cominciamo dal fondo

1- nelle macchine usate destinata al mercato comunitario cambi i motori se a) sono rotti, b) non sono adeguati al tipo di installazione (ad esempio la macchina va in zone classificate ATEX), se non presentano in generale le condizioni di sicurezza minime previste
2- se vendi extra CE non solo i motori ma l'intero equipaggiamento elettrico deve essere idoneo alla legislazione del Paese di destinazione (e ti direi l'intera macchina se non mi parlassi del solo impianto elettrico che per essere precisi si chiama equipaggiamento elettrico delle macchine)
3- se marchi CE una macchina significa che la immetti sul mercato la prima volta e quindi dovrà essere conforme alle norme (di legge) cogenti. Se il motore non è marcato CE ma è conforme al dettato normativo, va bene. D'altronde nessuno al mondo mi impedisce di autocostruirmi un motore (tranne forse il buon senso) e di marcarlo CE nel complesso della macchina. Infatti, salvo che uno non venda motori per mestiere, nella EN 60204-1 citano la norma tecnica a cui devono far riferimento i motori e non la cogenza della marcatura CE
4- in ogni caso per il mercato comunitario, EN 60204-1 clausola 14 docet

Re: motori elettrici su macchine vecchie risistemate

Inviato: ven nov 08, 2013 8:11 pm
da Ugo Fonzar
se trovo un motore non marcato CE
inizio a chiedere un po' di cosette al fabbricante ;)

Re: motori elettrici su macchine vecchie risistemate

Inviato: sab nov 09, 2013 5:47 pm
da SerafinoF
Chiedere è lecito, rispondere cortesia.... :D
Se guardi alcune apparecchiature elettriche (che poytrbbero essere macchine per uso professionale) vedrai che i motori elettrici non sono marcati CE, eppure il costruttore è assolutamente "a norma".
:roll:

Re: motori elettrici su macchine vecchie risistemate

Inviato: sab nov 09, 2013 6:11 pm
da Ugo Fonzar
mi attendo una targa comunque che spiega tutte le caratteristiche tecniche, senza simbolo CE, e allora non mi giro (quasi) neanche indietro...

Re: motori elettrici su macchine vecchie risistemate

Inviato: lun nov 11, 2013 9:07 am
da SerafinoF
La targa è cogente per la "norma dei motori" quindi per le automazioni civili (apriserrande, apricancello ecc) la trovi.
In una affettatrice non ci giurerei, ma dovresti trovare i dati nel manuale (visti alla voce ricambi).
Diciamo che:

1- se il motore elettrico è -ino -ino con la scusa che la targa non ci stà, non viene messa ma la trovi sul manuale (corretto)
2- se il motore è solo -ino, di solito trovi la targa dati ma non il CE (corretto)
3- se il motore è -one ci trovi anche il CE sulla targa dati.