Da avviamento elettromeccanico ad inverter

Riguarda le macchine immesse sul mercato o messe in servizio pre-direttiva macchine (in Italia 21 settembre 1996) senza che abbiano subito modifiche extra straordinaria manutenzione o di tipo sostanziale

Moderatore: Ugo Fonzar

Rispondi
MasterLed
Messaggi: 5
Iscritto il: ven feb 24, 2017 8:24 am

Da avviamento elettromeccanico ad inverter

Messaggio da MasterLed » lun feb 03, 2020 6:02 pm

Buona sera,
ho un carroponte del '72 con motori ad avviamento elettromeccanico/diretto/a teleruttori cui si vorrebbe passare ad inverter
- per migliorare l'efficienza di frenata utilizzando l'inverter anzichè i freni (che resterebbero comunque come freno di stazionamento)
- passare da 1 marcia a 2+ marce (la massima velocità resta l'unica attuale, le altre velocità sarebbero gestite dall'inverter)

In linea generale l'introduzione dell'inverter è da considerare modifica sostanziale del quadro elettrico che richiedere iterCE dell'intera macchina?
O in quale dei 2 casi (o nessuno) a vostro avviso è quasi certo da considerare a priori?

Grazie

Gerod
Messaggi: 1103
Iscritto il: ven set 02, 2005 6:54 pm
Località: Portogruaro (VE)
Contatta:

Re: Da avviamento elettromeccanico ad inverter

Messaggio da Gerod » lun feb 03, 2020 6:51 pm

Questo è quello che dicevano le
LINEE GUIDA E MODALITA’ OPERATIVE PER L’APPLICAZIONE DEL D.LGS. 626/94 IN RELAZIONE ALLA EMANAZIONE DEL DPR 459/96

(REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA “MACCHINE”)

Esempi di modifiche costruttive non rientranti nella ordinaria o straordinaria manutenzione per le quali e’ richiesta la “marcatura CE” della macchina:
• modifiche delle modalita’ di utilizzo non previste dal costruttore (es.: un tornio trasformato in rettifica);
• modifiche funzionali della macchina quali: aumento della potenza installata o erogata, aumento della velocita’ degli organi per la trasmissione del moto o degli organi lavoratori, aumento del numero di colpi, ecc.;
• installazione di logica programmabile (PC, PLC, logica RAM);
• impianto composto da piu’ macchine indipendenti, ma solidali per la realizzazione di un determinato prodotto (linea), nel quale viene inserita una o piu’ macchine che modificano, in tutto o in parte, la funzionalita’ dello stesso.
La domanda è:
con queste modifiche aumenti i rischi della macchina? Ad esempio, se il freno è gestito dall'inverter, come gestisci il fault dell'inverter? Lo puoi controllare? Non puoi affidarti ai fine corsa meccanici, serve qualcos'altro.
Bisogna guardarci meglio, anche valutando come fai il nuovo quadro elettrico. Ovvio che se metti un Plc allora la risposta è iter CE.
"La progettazione è un'alchimia di esperienze, prove, calcoli ed errori.
E' fondere insieme problemi di ingombri, resistenza, costi, sicurezza, efficienza e funzionalità in un'unica soluzione"

MasterLed
Messaggi: 5
Iscritto il: ven feb 24, 2017 8:24 am

Re: Da avviamento elettromeccanico ad inverter

Messaggio da MasterLed » mar feb 04, 2020 8:56 am

In caso di inverter in fault, il relè di alimentazione freno verrebbe disabilitato e di conseguenza il freno si chiuderebbe immediatamente.

Grazie dell'immediata risposta
Comprendo che pertanto non è 'già certa' la necessità dell'iterCE (come in caso di PLC) ed in fase di progetto vanno fatte varie considerazione/accorgimenti al fine di eliminare eventuali rischi che potrebbero configurarsi.

Grazie

Gerod
Messaggi: 1103
Iscritto il: ven set 02, 2005 6:54 pm
Località: Portogruaro (VE)
Contatta:

Re: Da avviamento elettromeccanico ad inverter

Messaggio da Gerod » mar feb 04, 2020 9:04 am

;-)
una gru a ponte del '72 poi andrebbe rivisto un po' su tutto (strutture, meccanismi, ecc.). 47 anni son tanti anche se una volta le facevano per resistere a lungo
ciao
"La progettazione è un'alchimia di esperienze, prove, calcoli ed errori.
E' fondere insieme problemi di ingombri, resistenza, costi, sicurezza, efficienza e funzionalità in un'unica soluzione"

SerafinoF
Messaggi: 1103
Iscritto il: ven giu 10, 2011 11:16 am

Re: Da avviamento elettromeccanico ad inverter

Messaggio da SerafinoF » mer feb 19, 2020 12:41 pm

Se il carro non prevedeva l'inverter in origine. è una modifica sostanziale senza se e senza ma.
Ogni altra considerazione, da un punto di vista puramente tecnico e non legale, può essere sbriciolata senza sudare troppo.

Rispondi