Costituendo un insieme... sorpresa.

Discussioni relative all'iter CE previsto dalle direttive di prodotto, in particolare dalla Direttiva Macchine 2006/42/CE e D.Lgs. 17/2010

Moderatore: Ugo Fonzar

Rispondi
gibbosky
Messaggi: 1232
Iscritto il: ven gen 18, 2008 11:53 am

Costituendo un insieme... sorpresa.

Messaggio da gibbosky » gio feb 27, 2020 8:34 am

Buongiorno a tutti,
nel costituire una linea e quindi durante l'iter di marcatura CE della stessa come insieme ai sensi della DM, ci si imbatte in una serie di nastri rispetto ai quali in azienda non si trova assolutamente nulla, gli stessi non sono marcati anche se appaiono di recente fabbricazione (sicuramente messi sul mercato ex post 96 e con la DM in vigore).

Cosa fare?

Leggendo il considerando 38 a mio avviso il fabbricante dovrebbe:

1) valutare la conformità di ogni singolo nastro (applicando le norme armonizzate applicabili) e redigere una sorta di perizia che asseveri la conformità alla DM ed alla legislazione nazionale recepente.
2) Redigere una dichiarazione di incorporazione (secondo me è la strada più semplice tanto poi è lui ad assemblarli nell'insieme).
3) Redigere un libretto di istruzioni per il corretto assemblaggio di ogni singolo item nell'insieme finale.

I documenti di di cui ai punti 1,2 e 3 andranno a far parte del FT dell'insieme finale nel quale i nastri sono incorporati.

Grazie a tutti.

Gibbosky

P.S.

Posto che possiate confermare la corretta logica del mio ragionamento, mi sorge un ulteriore dubbio, non conoscendo nulla rispetto ai nastri, ma proprio nulla, nè fabbricante, né data di fabbricazione e né niente altro, è corretto effettuare la valutazione di conformità ribattendo le componenti con le norme armonizzate applicabili e non secondo l'allegato V al TU ?

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8410
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Costituendo un insieme... sorpresa.

Messaggio da Ugo Fonzar » ven feb 28, 2020 8:30 am

incorpori i nastri nel CE complessivo
usando i RES della direttiva e le norme tecniche armonizzate
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

gibbosky
Messaggi: 1232
Iscritto il: ven gen 18, 2008 11:53 am

Re: Costituendo un insieme... sorpresa.

Messaggio da gibbosky » ven feb 28, 2020 11:04 am

Ciao Ugo,
incorpori i nastri nel CE complessivo
usando i RES della direttiva e le norme tecniche armonizzate
Il tuo suggerimento credo che sia affine al mio, mi spiego.
Ho n coponenti di un insieme di cui (n-10) marcati CE e dichiarati conformi.
Ora, normalmente io do evidenza di valutazione solo alle interfacce in delle schede di valutazione.
In questo caso per questi 10 nastri, non dovrei dare evidenza, ad esempio in una relazione tecnica per ognuno, che sono conformi per se stessi, prima di essere incorporati nell'insieme?

In sostanza li dovrei a monte rendere come le altre componenti di cui ho CE e DICO e poi sono d'accordo con te inglobarli, no?

E' corretto?

Per dare continuità alla logica di costruzione del mio FT di insieme.

Grazie

Gibbosky

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8410
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Costituendo un insieme... sorpresa.

Messaggio da Ugo Fonzar » ven feb 28, 2020 12:50 pm

puoi fare in due modi
fai il CE dei singoli nastri e poi li incorpori nel CE di linea
li integri subito nel CE di linea
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

gibbosky
Messaggi: 1232
Iscritto il: ven gen 18, 2008 11:53 am

Re: Costituendo un insieme... sorpresa.

Messaggio da gibbosky » ven feb 28, 2020 2:58 pm

Ciao Ugo,
puoi fare in due modi
Sono d'accordo.
fai il CE dei singoli nastri e poi li incorpori nel CE di linea

Mi pare più laborioso, vuoi solo per la produzione delle 10 dichiarazione di conformità, delle 10 istruzioni e diedi marche CE.
li integri subito nel CE di linea
La mia idea era appunto questa.
Nel fascicolo tecnico e precisamente alla valutazione del rischio quindi, oltre alle sole interfacce identificate e sulle quali identifico ulteriori pericoli e rischi, dovrò anche dare evidenza che ho applicato la DM anche ai 10 singoli componenti che ad oggi sono privi di ogni documentazione a corredo.

Corretto?
Mi sembra la via più lineare.

Grazie intanto.

Gibbosky

Rispondi