Dispositivo di sollevamento verricello

Discussioni relative all'iter CE previsto dalle direttive di prodotto, in particolare dalla Direttiva Macchine 2006/42/CE e D.Lgs. 17/2010

Moderatore: Ugo Fonzar

GiuseppeP
Messaggi: 40
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da GiuseppeP » mer giu 07, 2017 10:25 am

Buongiorno a tutti!
Questo è il mio secondo post, anche se nel primo non mi sono presentato (Scusate la maleducazione ma rimedio ora :lol: )

Sono un ragazzo di ormai 21 anni che dopo una breve esperienza universitaria ingegneristica (1 anno) ha deciso di andare a lavorare e intraprendere la strada della sicurezza (non l'ho mollata per la difficoltà che sia chiaro...gli esami del primo anno gli avevo passati tutti :mrgreen: )!

Vi pongo il mio problema,
ho un verricello ad uso forestale "PORTATILE" quindi non da ancorare ad una macchina agricola, ma ad esempio su un tronco tramite brache, quindi la sua funzione è legata al solo traino e non al sollevamento.

La norma a riferimento per i verricelli forestali è la ISO 19472 e la Direttiva Macchine .

Come detto prima il verricello ha il solo scopo di traino, ma se volessi utilizzarlo anche come dispositivo di sollevamento con un rimando a puleggia?

Il mondo delle macchine adibite al sollevamento è parecchio vasto e ha molte diramazioni e ho paura di fare confusione, ho dato un'occhiata alla ISO 4306-1 per le svariate definizioni per capire esattamente il significato di apparecchio di sollevamento ("Apparecchio a funzionamento discontinuo destinato alla movimentazione e al sollevamento, nello spazio, di un carico sospeso, mediante gancio o altro organo di presa").

Quindi in questo caso, il verricello, anche se adibito al solo traino, se montato ad un'altezza dal suolo o con rimando a puleggia può diventare dispositivo di sollevamento anche se sul manuale di uso e manutenzione è vietato espressamente il sollevamento di cose o persone.

Qui parte la domanda...se volessi adeguare questo verricello per il sollevamento di cose e/o persone qual'è la giusta strada da percorrere?

Ho spulciato il D.lgs. 81/08 Allegato VI punti 3,4 :
3 Disposizioni concernenti l’uso delle attrezzature di lavoro che servono a sollevare e movimentare carichi;
4 Disposizioni concernenti l’uso delle attrezzature di lavoro che servono a sollevare persone

e anche il punto 4 dell'allegato I della Direttiva Macchine:
REQUISITI ESSENZIALI SUPPLEMENTARI DI SICUREZZA E DI TUTELA DELLA SALUTE PER PREVENIRE I PERICOLI DOVUTI AD OPERAZIONI DI SOLLEVAMENTO
e sicuramente sono da prendere in considerazione.

La definizione di argano dalla ISO 4306-1:
"Meccanismo che tramite un elemento flessibile (fune, catena), trasmette uno sforzo di trazione esercitato da un tamburo motore, per esempio quello di un argano a tamburo, di un argano a frizione o di un cabestano"

Quindi i verricelli possono essere considerati argani o mi sbaglio?

Considerando anche che la portata massima del verricello è superiore ai 200kg, se considerato dispositivo di sollevamento, ricadrebbe nelle verifiche periodiche dell'allegato VII del D.lgs. 81/08? E per questa, scusate il termine, "Macchinetta" mi sembra eccessiva (paragonandola ad esempio ad una mia precedente esperienza su un argano che trainava navi nei porto)

Un'ulteriore norma applicabile sarebbe la
" EN 14492-1:2006+A1:2009 Apparecchi di sollevamento — Argani e paranchi motorizzati — Parte 1: Argani motorizzati" dove il campo di applicazione include argani ad utilizzo forestale.

Ma anche qui è abbastanza incerta la situazione perché all'interno della norma in termini e definizioni, l'argano ad uso forestale è cosi definito:

"Argani a fune installati su macchine forestali come trattori di spinta e trattori per coltivazioni allineate seconda la ISO 6814 e utilizzati su trattori agricoli, per esempio per l'installazione in tiranterie a tre punti, utilizzati per lavori di spinta nelle foreste."

e quello in questione andrebbe ancorato nella stragrande maggioranza dei casi ad un albero

So di non essere stato breve e forse pesante :roll: ma perdonatemi :mrgreen:

Grazie per l'attenzione!

ironFL
Messaggi: 215
Iscritto il: gio mag 15, 2014 2:56 pm
Località: Udine

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da ironFL » mer giu 07, 2017 4:06 pm

Ciao Giuseppe...

allora...ho letto il tuo post ma all fine non mi è proprio ben chiaro che cosa ti serve...

in soldoni, se ho ben compreso, vuoi modificare un verricello forestale da traino e diventare costruttore di un apparecchio di sollevamento...
perchè (sempre se ho ben capito) qua si cade...

perchè si cade qui? perchè il costruttore del tuo verricello nel suo manuale di uso e manutenzione (che è il prodotto finale della sua valutazione dei rischi > fascicolo tecnico) ti dice chiaramente (ce lo dici tu) che quello che tu vuoi fare non lo puoi fare...

quindi o fai un uso scorretto e te ne sbatti o modifichi la tua MACCHINA per tale scopo e allora diventi costruttore...grosso modo non si scappa da qui

vuoi sapere quali modifiche apporre?
qui dipende da tante variabili...troppe per poter dirti tutto qui cosa fare...
la UNI 4306 l'hai individuata ma non dimenticarti i principi di sicurezza del macchinario (EN 12100), la recente norma armonizzata sugli apparecchi di sollevamento UNI EN 13135:2014, la FEM 1.001 per la scelta delle funi e il dimensionamento pulegge ecc, e ancora le norme per la classe di classificazione del meccanismo di sollevamento, la scelta dei limitatori di carico..ecc ecc...

vuoi individuare come punto di ancoraggio gli alberi? bene parliamone...
individua che caratteristiche deve avere il legno, che tipologie di ancoraggi, dimensioni, test di valutazione della tenuta, modalità di installazione ecc ecc...
non è che proprio possiam fare come cxxxo ci pare fraccarlo su un ramo e via...

lascia stare l'allegato VI del 81/08 che non c'entra nulla in questo caso...

riguardo all'allegato VII invece permettimi una considerazione...."macchinetta" o no, che tu lo ritenga eccessivo o no, se hai un apparecchio di sollevamento che rientri nell'accezzione del termine prevista dal Dlgs 81/2008 con portata superiore ai 200 kg, questo rientra nel regime di verifiche previsto dall'art. 71 co. 11 e dal DM 11.04.2011 e non c'è molto da discutere...

comunque queste son considerazioni personali da ignorante...aspettiamo il contributo di tecnici come Gerod, Ugo, Ursa, fbianchi che sicuramente ne san più di me

ciau

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8396
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da Ugo Fonzar » gio giu 08, 2017 1:41 am

neanche se mi pagano bene cambierei destinazione d'uso di un prodotto in questa maniera
e se vogliono pagarmi bene, meglio prendere uno adatto allo scopo

detto questo concordo con quanto accennato da ironFL e poi se interviene Gerod o FBianchi ... ancora meglio
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

GiuseppeP
Messaggi: 40
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da GiuseppeP » gio giu 08, 2017 8:12 am

Allora intanto grazie mille delle risposte! :wink:

Io non voglio modificare il verricello, ma il costruttore in sé ha chiesto quali adeguamenti deve fare per adibire la macchina al sollevamento visto che la concorrenza utilizza già questa tipologia di macchine per sollevare i rami e facilitarne il caricamento.

La macchina è già in conformità alla EN 12100 e avevo anche letto la EN 13135 ma il campo di applicazione riguarda solamente i dispositivi di sollevamento FISSI e allora l’ho esclusa (magari sbagliando, sono andato ad intuizione).

Leggendo la EN 14492-1 avevo visto la classificazione dei dispositivi di sollevamento dove si prende in considerazione la EN 4301-1 e la FEM 1.001 che in soldoni classificano la macchina in base alla condizione di impiego e al regime di carico.

Per quanto riguarda il punto di ancoraggio non so dirti esattamente cosa il costruttore ha valutato, anche perché in una foresta i tronchi non sono tutti uguali ed effettivamente se il classico boscaiolo fissa il verricello sulla base di un tronco marcio (a sua insaputa) c’è la possibilità di farsi parecchio male, mi informerò su questo =)

Per l’allegato VII mi sembrava strano perché essendo una macchina ad uso “personale” (boscaiolo di montagna che si taglia la legna per la stufa) se il costruttore gli impone la denuncia all’INAIL per le verifiche periodiche il boscaiolo cade dalle nuvole =)

Quindi in soldoni la mia domanda era quali normative seguire per adeguare una macchina al sollevamento e si come dici te ironFL dipende da tante variabili (per questo sono andato in confusione).

Diciamo che il problema è se considerare il verricello un argano e quindi seguire le normative che riguardano quelle tipologie di macchine.

Poi in base alle varie considerazioni di sollevamento, portata, ambiente di utilizzo (ambienti esterni con clima ambientale aggressivo, umidità ecc ) ci sono da valutare parecchi fattori tra i quali come dici il limitatore di carico , pulegge ecc.

Parlando della fune anche qua un altro problema…il costruttore ATTUALMENTE (quindi macchina adibita al solo traino) non vende la macchina dotata di fune, ma da solamente delle prescrizione su quale fune utilizzare (diametro e carico di rottura).
Anche qua devo informarmi qualora il costruttore decida di creare o modificare questo verricello se è necessario che dia in dotazione anche una fune e carrucola adeguata allo scopo.

Intanto grazie ancora delle risposte, continuerò ad informarmi meglio su quale strada e normative considerare =)
Per ora diciamo che sono più portato a considerare il verricello come argano e quindi tutta la normativa che ci sta dietro!

Gerod
Messaggi: 1107
Iscritto il: ven set 02, 2005 6:54 pm
Località: Portogruaro (VE)
Contatta:

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da Gerod » gio giu 08, 2017 8:45 am

Dico la mia che è in linea con ugo e ironFL.

Nel manuale è espressamente vietato sollevare cose e persone. Quindi se sollevi sei fregato.
Ma tu puoi anche dire che lo rendi macchina da sollevare (se vai a vedere bene bene chi costruisce argani secondo la EN 14492-2 (non 1!) dice nel manuale che non sono progettati per sollevare persone ma chi li compra poi fa anche sollevamento persone .... deve solamente capire come è stato progettato, prendere argani con coefficienti di sicurezza sul carico da sollevare di un certo tipo, farsi fare progetti ad hoc (ovvio che la 14492-2 esclude il sollevamento persone).
Quindi, per me, si può fare tutto nei limiti della tua macchina. Devi però conoscere la macchina, sapere come è stata costruita, ecc. perché poi sei tu che la immetti nel mercato con tutto ciò che ne deriva.
Non conosco la ISO 19472 (tra l'altro è solo ISO per cui non è armonizzata ai sensi della DM) e non so cosa dica.
Io ragiono da meccanico: il tiro, per la macchina è una forza. Che sia sollevamento o tiro su piano inclinato, orizzontale, sempre forza è. Il problema è che in sollevamento devi considerare che la "accelerazione di gravità" ti pone un quesito: se si rompe, che succede? Se sei nel piano, no problem, se sei in uno inclinato puoi avere un rotolamento ma non una caduta, se sei nel vuoto hai un urto che può generare danni seri.
Io valuterei prima come è stato costruito questo oggetto, lo smonterei, chiedere informazioni, valuterei classi di resistenza e poi deciderei il da farsi.
Comunque nuova immissione!
Spero di aver dato un contributo.
ciao

PS Mentre scrivevo è arrivata una risposta .... la sostanza non cambia
"La progettazione è un'alchimia di esperienze, prove, calcoli ed errori.
E' fondere insieme problemi di ingombri, resistenza, costi, sicurezza, efficienza e funzionalità in un'unica soluzione"

GiuseppeP
Messaggi: 40
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da GiuseppeP » gio giu 08, 2017 10:52 am

Gerod se non sbaglio la 14492-2 è indirizzata ai paranchi, penso sia più inerente parlare di argano :lol:
Comunque ripeto, non sono io il costruttore, e certo se è fattibile la modifica al verricello allora ci sarà una nuova destinazione d'uso e quindi una nuova immissione sul mercato :wink:

Comunque grazie della rispsota :wink:

GiuseppeP
Messaggi: 40
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da GiuseppeP » ven giu 16, 2017 8:33 am

Aggiornamento

su internet ho trovato questo "verricello" per uso forestale anche se non solleva proprio alberi :mrgreen:
Wraptor Gas-Powered Ascender

fbianchi
Messaggi: 117
Iscritto il: lun nov 28, 2005 7:06 pm

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da fbianchi » ven giu 16, 2017 11:01 am

quello che hai trovato mi sembra un ascensore/discensore per persone da usarsi in ambito forestale: le cose sono diverse.
Premetto che anche io non modificherei mai una cosa in altro espressamente vietato dal costruttore.
Quelli che ho visto io sono abbastanza da pirati: nei manuali dicono soltanto che è compito dell'utilizzatore assicurarsi della resistenza dei punti dove lo ancora e quasi mai indicano il carico che va in quel punto

Ma il tuo è manuale o motorizzato? e per curiosità, quanto vuoi sollevare?

GiuseppeP
Messaggi: 40
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da GiuseppeP » ven giu 16, 2017 3:49 pm

Il costruttore vuole proprio immettere sul mercato un'attrezzatura del genere partendo da un semplice verricello forestale.

sul manuale ho notato anche io che non sono presenti riferimenti al punto di fissaggio, e non sono presenti neanche riferimenti precisi sulla fune, ganci e carrucole da utilizzare...un disastro.

ho visto che quell'attrezzatura rispetta l'OSHA 29 cfr 1910 ma non ho intenzione di entrare nel merito :mrgreen:

Vorrebbe dichiarare un peso di sollevamento inferiore ai 200kg per evitare la denuncia all'INAIL.
ha un motore a 2 tempi che funziona a miscela.

ho trovato anche un produttore italiano che vende macchine simili e le marca semplicemente con la Direttiva Macchine e qualche norma armonizzata...ma NULLA a riguardo di sollevamenti di persone e/o cose...na pazzia secondo me

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8396
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da Ugo Fonzar » sab giu 17, 2017 5:13 am

dai discorsi sopra mi è venuto in mente che per sollevare carichi si può usare anche una vespa... https://dl.dropboxusercontent.com/u/548 ... arichi.wmv (ricordo un filmato ancora più significativo di questo...) :)
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

GiuseppeP
Messaggi: 40
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da GiuseppeP » lun giu 19, 2017 7:39 am

Hahahaha molto a norma di legge insomma :lol:

ironFL
Messaggi: 215
Iscritto il: gio mag 15, 2014 2:56 pm
Località: Udine

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da ironFL » lun giu 19, 2017 1:36 pm

beh GiuseppeP non è che il coso (tramaj in friulano renderebbe meglio)che volete far voi mi ispiri molto di più eh :)

GiuseppeP
Messaggi: 40
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da GiuseppeP » lun giu 19, 2017 3:03 pm

Be dai non sarei il primo visto che qualcosa già si trova :mrgreen:

Sicuramente quell'attrezzatura non sarà destinata a "gente comune", ma solamente a utenti esperti che hanno certificazione per lavorare ad alta quota.

Se la cosa diventa infattibile per via di normative ci rinunceremo :mrgreen:

GiuseppeP
Messaggi: 40
Iscritto il: ven nov 25, 2016 8:55 am

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da GiuseppeP » mer giu 28, 2017 11:23 am

Buongiorno a tutti !
Ho un quesito da proporvi...

Se il costruttore volesse evitare la denuncia all'INAIL dichiarando che la portata del verricello è inferiore ai 200kg, è necessario un limitatore di carico a quella portata?

Perchè sulle normative di riferimento (Direttiva 2006/42/CE e 14492-2) impongono l'installazione di un limitatore di carico quando la portata di sollevamento della macchina è nettamente superiore ai 200kg.

La mia domanda mi è sorta perchè, dato il campo di utilizzo in ambito forestale, non è facile stimare il peso di un tronco e l'utente inesperto o sbadato potrebbe provare a sollevare un carico maggiore di 200kg.

In caso di infortunio è responsabilità dell'utente in quanto ha utilizzato la macchina all'infuori delle condizioni di impiego dettate dal costruttore giusto? Potrebbero sorgere problematiche in quanto il costruttore si è limitato solamente a "scrivere" la prescrizione e non ha installato limitatori di carico?

Grazie mille!

ironFL
Messaggi: 215
Iscritto il: gio mag 15, 2014 2:56 pm
Località: Udine

Re: Dispositivo di sollevamento verricello

Messaggio da ironFL » mer giu 28, 2017 1:46 pm

signor benedetto...voi e sto verricello :lol:

1. la direttiva macchine è chiara:
portata pari o superiore a 1000 kg o momento di rovesciamento pari o superiore ai 40k Nm = dispositivi che impediscano movimenti pericolosì = limitatore di carico e/o di momento

2. il DM 11.04.2011 e il Dlgs 81/2008 sono chiari:
apparecchi di sollevamento cose [...] bla bla bla con portata superiore ai 200kg = messa in servizio, prima delle verifiche periodiche, verifiche periodiche...

ma fin qua mi pare che lo avevi capito...

ora, tu che sei il costruttore, hai fatto:
valutazione dei rischi > fascicolo tecnico
manuale di uso e manutenzione

e quindi hai anche deciso come dimensionare il tutto, quali sono le condizioni di installazione, i limiti di utilizzo, i suoi limiti prestazionali progettuali e tante altre belle cose...

decidi tu quindi...

se uno (uno = lavoratore subordinato/lavoratore autonomo) fa un uso improprio poi ne risponderà...

che poi te come costruttore ti vengo a cercare sicuro con sto coso che volete costruire è matematico :D

Tu ti preoccupi della portata e di come evitare le verifiche periodiche ma io mi preoccuperei di progettarlo bene, determinare bene le condizioni e la valutazione di installazione, il range di utilizzo, l'uso vietato, l'uso scorretto ragionevolmente prevedibile...non son cose da sottovalutare...

Rispondi