Verificatore EMAS e eventuali non conformità gravi

Questa parte del forum è dedicata ai sistemi di gestione per la qualità e per il miglioramento delle performance aziendali: da una parte troviamo le norme dei sistemi di gestione della serie ISO e assimilabili sulla qualità, l'ambiente, la sicurezza, l'etica, ecc. e dall'altra i modelli di Eccellenza organizzativa EFQM
Rispondi
Nicola
Messaggi: 38
Iscritto il: mar nov 10, 2009 9:12 pm

Verificatore EMAS e eventuali non conformità gravi

Messaggio da Nicola » dom nov 15, 2009 11:56 am

Volevo sapere come si deve comportare il verificatore EMAS dell'APAT nel caso durante un sopralluogo in azienda per il rilascio della certificazione per il regolamento EMAS si accorga di una non conformità grave.
Essendo un dipendente dell'APAT ha l'obbligo di denuncia?
Nel caso di verificatori della ISO 14001 sarebbe diverso trattandosi di dipendenti di enti di certificazione?

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8119
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Verificatore EMAS e eventuali non conformità gravi

Messaggio da Ugo Fonzar » lun nov 16, 2009 9:06 pm

buona domanda
ma non è un upg direi
altrimenti deve mandare in procura tutte le cose che vede
da ignorante, spero che non mandino upg...
speta che vedemo un esperto

salutoni
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

Nicola
Messaggi: 38
Iscritto il: mar nov 10, 2009 9:12 pm

Re: Verificatore EMAS e eventuali non conformità gravi

Messaggio da Nicola » lun nov 16, 2009 9:16 pm

Eh sì se no direi che è subito da "correggere la rotta" da EMAS a 14001, come per la sicurezza, anche con l'ambiente è praticamente impossibile riuscire a soddisfare tutte le leggi e le richieste, può sempre esserci qualcosa che non va e chiamare un ispettore all'interno sarebbe come...mi autocensuro :D

Ugo Fonzar
Site Admin
Messaggi: 8119
Iscritto il: lun mag 23, 2005 11:22 pm
Località: Aquileia
Contatta:

Re: Verificatore EMAS e eventuali non conformità gravi

Messaggio da Ugo Fonzar » lun nov 16, 2009 9:36 pm

è difficile, costa..., ma non impossibile... poi che anche gli enti che rilasciano le autorizzazioni ci mettano del loro... ok :)
se poi uno si sente pronto fa la certificazione
altrimenti chevvaafareilfigone con l'emas se non ha aposto la denuncia delle emissioni in atmosfera? ;)
ing. Ugo Fonzar - Aquileia (UD)
studioFonzar.com

Nicola
Messaggi: 38
Iscritto il: mar nov 10, 2009 9:12 pm

Re: Verificatore EMAS e eventuali non conformità gravi

Messaggio da Nicola » sab mag 29, 2010 3:43 pm

Mi sono informato su questa questione ed effettivamente la 14001 ha un processo di certificazione più snello e per questo riscuote più successo di EMAS.
In particolare non si coinvolge APAT ed ARPA che, avendo poteri di polizia giudiziaria in materia ambientale, è meglio se restano a casa propria.

weareblind
Messaggi: 1546
Iscritto il: mar apr 13, 2010 1:17 pm
Località: Como

Re: Verificatore EMAS e eventuali non conformità gravi

Messaggio da weareblind » gio giu 10, 2010 9:20 am

Abbastanza strano, ma forse non dalle vostre parti, che il certificatore EMAS sia un ente pubblico... io vedo solo privati...
We are blind to the world within us

Blueangel
Messaggi: 14
Iscritto il: mer feb 09, 2011 1:35 pm

Re: Verificatore EMAS e eventuali non conformità gravi

Messaggio da Blueangel » gio feb 10, 2011 8:27 pm

Io sono verificatore Emas e sono tutti:
1. Enti privati
2. Verificatori singoli ma privati

Non esistono verificatori pubblici, in quanto sarebbe in contrasto con il proprio ruolo di controllo istituzionale.

Nel procedimento di registrazione Emas una volta convalidata la dichiarazione ambientale l'azienda deve fare richiesta al Comitato Emas Ecolabel il quale incarica l'Apat (ora Ispra) di fare la verifica tecnica.
A sua volta l'Ispra chiede all'Arpa competente per territorio di confermare i dati ambientali contenuti nella dichiarazione.
Dato che l'Arpa questi dati non li ha fa sopralluogo e qui, se ci dono difformità di legge, comunica il tutto alla procura della repubblica.
A me è capitato almeno tre volte quando ero responsabile tecnico di un paio di enti internazionali e ho dovuto deporre nel procedimento a carico dell'azienda.
Questo piccolo "disguido" rende l'Emas poco diffuso, mentre la Iso 14001 non ha questo particolare fastidioso.

Bye

Rispondi