circolare Gabrielli

Riguarda la sicurezza e l'igiene sul lavoro

Moderatore: Ugo Fonzar

Rispondi
silqua
Messaggi: 10
Iscritto il: sab nov 11, 2017 3:07 pm

circolare Gabrielli

Messaggio da silqua » mer ago 28, 2019 6:36 pm

Buonasera a tutti
la cosiddetta "circolare Gabrielli" 28 luglio 2017 nr 11001/110 è stata sostituita da:
http://www.interno.gov.it/sites/default ... _linee.pdf,
anche se tutti continuano a chiamarla "Gabrielli" per comodità.
L'esigenza è stata quella di non bloccare le manifestazioni "semplici" richiedendo piani di emergenza complessi e irrealistici dove non è necessario.
La modulistica del mio comune, in caso di richiesta di autorizzazione di una manifestazione cittadina all'aperto di tipo ludico, cita ancora la vecchia circolare.
Il Comune di Milano, che è sempre un bel riferimento, ha uno sportello SUEV (Sportello Unico EVenti) che rimane flessibile sulla modulistica, probabilmente per aiutare a dirimere la questione delle "peculiari condizioni di criticità", che non sono facilissime da definire.
Ragionando sull'obbiettivo (cioè: qualunque manifestazione deve essere ragionevolmente sicura), nei casi in cui non ci siano "peculiari condizioni di criticità" (anche se non sono definite), siccome lo chiedono, io produrrei un piano di emergenza (molto leggibile e utilizzabile, come deve essere per definizione) che però fondamentalmente (a mio parere) riguarderebbe le regole AREU ... che altro?
Si tratta infatti di attività ludiche in piazza tranquillissime, dal gioco degli scacchi al racconto di fiabe, oppure al massimo spiazzi per lo skateboard (controllati).
Affollamento e dinamismo simili (o inferiori) a quelli che ci possono essere in un centro di città di provincia per esempio durante lo shopping di Natale (e che sono invece quotidiani nelle grandi città tipo Milano).
La "circolare Gabrielli" è nata per evitare i fatti drammatici di piazza (come è avvenuto a Torino); per me una definizione di "peculiari condizioni di criticità", conoscendo bene il luogo di un evento, sarebbe quella di stimare quanto può diventare anormale l'affollamento e il dinamismo di un certo luogo a causa di quella certa manifestazione.
esempi:
- Jovanotti in piazza (qualunque piazza) è CERTAMENTE peculiare criticità.
- giocare a scacchi sotto i portici di una cittadina da 50000 abitanti NON è peculiare criticità
per gli altri casi ... buon senso? SUEV?

Rispondi