Lavoro in quota

Riguarda la sicurezza e l'igiene sul lavoro

Moderatore: Ugo Fonzar

ursamaior
Messaggi: 430
Iscritto il: sab giu 30, 2007 9:04 am

Re: Lavoro in quota

Messaggio da ursamaior » mer mar 20, 2019 11:26 am

Umaga ha scritto:
mer mar 20, 2019 9:43 am
Nel caso in cui non sia possibile vincolare tale DPI a sistemi di ancoraggio a parete, è possibile vincolare l'imbracatura con cordino ai gradini della scala portatile, tipo sistema di trattenuta?
L'ancoraggio deve avere i requisiti necessari per essere tale (es. resistere ad una forza di 10 kN). Per cui i gradini di una scala non fissata non possono essere considerati idonei a tal fine in nessun caso.

Umaga
Messaggi: 166
Iscritto il: ven mar 04, 2016 8:35 am

Re: Lavoro in quota

Messaggio da Umaga » mer mar 20, 2019 1:00 pm

Grazie Ursa,
se la mia scala portatile (semplice in appoggio) è trattenuta a terra da una persona e, una volta raggiunta la zona di lavoro, utilizzo un sistema di posizionamento/trattenuta con cintura/imbracatura che mantiene l'operatore all'interno dei montanti impedendo/riducendo il rischio di caduta, il sistema può essere considerato idoneo? Vedi immagine come esempio

In alternativa come e dove si può ancorare un'imbracatura anticaduta per lavori su scala portatile (semplice in appoggio), ipotizzando che non sia possibile ancorarla a parete. Immagina ad esempio un manutentore che la usa per brevi e sporadiche attività di manutenzione in quota spostando la scala su tutte le pareti dell'azienda. Sarebbe complicato ogni volta forare la parete e posizionare un ancoraggio

Grazie ancora Ursa!
Allegati
Immagine.jpg
Immagine.jpg (123.78 KiB) Visto 1487 volte

ursamaior
Messaggi: 430
Iscritto il: sab giu 30, 2007 9:04 am

Re: Lavoro in quota

Messaggio da ursamaior » mer mar 20, 2019 1:14 pm

Fermo restando che siamo al di fuori del campo di applicazione delle norme tecniche e che il TU non vieta l'uso della scale come posti di lavoro, la tua soluzione sicuramente è meglio di un calcio in culo, ma come comprenderai, il valutatore si assume tutte le responsabilità del caso.

weareblind
Messaggi: 1658
Iscritto il: mar apr 13, 2010 1:17 pm
Località: Como

Re: Lavoro in quota

Messaggio da weareblind » mer mar 20, 2019 6:01 pm

ursamaior ha scritto:
mer mar 20, 2019 7:18 am
No Weare.
Se tu sulla scala non ci lavori, non devi fare niente.
Il lavoro in quota prevede... beh, il lavoro. È su quello che si concentrano le attenzioni della norma.
Un sistema di accesso deve essere semplicemente idoneo tenendo conto della frequenza di utilizzo, dislivello e durata.
Ovvio che, quindi, se a quella piattaforma sopraelevata ci accedi 20 volte al giorno, per una settimana ed è a sei metri di altezza, forse una semplice scala ad appoggio non è il dispositivo più adatto.
Ma se così non è, prendi la scala, addestra il lavoratore all'uso e buon lavoro.
Concordo che non è un posto di lavoro. Ma sopra mi riferivo alle contromisure.
Devi usare 1 volta al mese la scala portatile, e compiere un dislivello da zero a 4 metri.
Superati i 2 m dal suolo, le contromisure da lavoro in quota - che non chiameremo lavori in quota - le devi prendere, nell'uso di questa attrezzatura.
We are blind to the world within us

Umaga
Messaggi: 166
Iscritto il: ven mar 04, 2016 8:35 am

Re: Lavoro in quota

Messaggio da Umaga » gio mar 21, 2019 4:35 pm

Fermo restando che siamo al di fuori del campo di applicazione delle norme tecniche e che il TU non vieta l'uso della scale come posti di lavoro, la tua soluzione sicuramente è meglio di un calcio in culo, ma come comprenderai, il valutatore si assume tutte le responsabilità del caso.
Grazie ursa, concetto afferrato!

weareblind
Messaggi: 1658
Iscritto il: mar apr 13, 2010 1:17 pm
Località: Como

Re: Lavoro in quota

Messaggio da weareblind » gio mar 21, 2019 5:34 pm

ursamaior ha scritto:
mer mar 20, 2019 7:27 am
Umaga ha scritto:
mar mar 19, 2019 10:56 am
Grazie a tutti,
riassumendo:

punto 2) siamo tutti d'accordo che NON si tratta di lavoro in quota quando l'addetto lavora su ponteggio o trabattello conformi e correttamente montati. Semmai si configura lavoro in quota durante le fasi di montaggio e smontaggio.

punto 1) Concordo con marcanto sul fatto che il lavoro su un solaio con parapetti NON può essere considerato lavoro in quota.
Ma durante l'accesso al solaio con scala portatile ad altezza di 6 m?
....

Grazie per il supporto
Credo che tu stia facendo confusione sulle misure necessarie per lo svolgimento dei lavori in quota.
Non è che tutte le volte che c'è un lavoro in quota devi usare DPI anticaduta, eh...
Come ho già detto un lavoro su ponteggio è lavoro in quota, senza dubbio alcuno.
Semplicemente la norma ti dice che quando non puoi ricorrere a protezioni collettive devi usare protezioni individuali. Siccome i ponteggi hanno i parapetti, la cosa finisce lì, restando il "lavoro in quota". Se devono essere rimossi temporaneamente i parapetti devi usare i DPI.
Ti consiglio la lettura della norma e, solo dopo, di eventuali opuscoli informativi.
La norma mi è chiara, e di certo non serve usare dispositivi anticaduta per tutti i lavori in quota.
Ri-domando. Devo salire su una scala per arrivare a 4 metri, servono o no DPI e apprestamenti del caso? La scala è un sistema di accesso e non un lavoro in quota, prendo comunque le necessarie misure
We are blind to the world within us

ursamaior
Messaggi: 430
Iscritto il: sab giu 30, 2007 9:04 am

Re: Lavoro in quota

Messaggio da ursamaior » gio mar 21, 2019 9:04 pm

Non hai alcun obbligo da osservare riguardo all'uso dei DPI.
Se dalla tua valutazione dei rischi ritieni sia necessario, procedi.

weareblind
Messaggi: 1658
Iscritto il: mar apr 13, 2010 1:17 pm
Località: Como

Re: Lavoro in quota

Messaggio da weareblind » ven mar 22, 2019 1:45 pm

Ok, in astratto ancora concordo.
Step successivo: salire una scala è salire una scala è salire una scala (cit.). Avere una scala in appoggio per arrivare a 4 m di dislivello è uguale per tutti. Cosa chiedete?
We are blind to the world within us

QUADRATO2
Messaggi: 113
Iscritto il: gio giu 23, 2016 3:38 pm

Re: Lavoro in quota

Messaggio da QUADRATO2 » mar mar 26, 2019 4:59 pm

la filosofia applicata alla sicurezza mi affascina ogni volta. ma vi chiedo, avete mai utilizzato una scala in semplice appoggio per salire un dislivello superiore a 5 metri?
A me è e capitato, e quando siete a L/2 la scala flette ad ogni passo per circa 10-30 cm in funzione del vostro peso e della velocità con la quale salite e scendete dalla stessa e la lunghezza appunto della stessa.
Di fatti per scale superiori agli 8 metri è obbligatorio il rompitratta. art. 113 COSO 81
il legislatore poi indica che le scale a libro possono essere usate fino a 5 metri se non vi sono mezzi più sicuri valutabili dal datore i lavoro per quella mansione sempre nell'articolo 113 "alla riga dopo"

considerate che scale che arrivano a 5 metri ed oltre a volte hanno almeno uno sfilo, se non due.

e se uso una scala su un ponteggio?
NEIN

non si usano due opere provvisionali una sopra l'altra.

e allora? beh... io dico la mia.
scala in semplice appoggio:
- Se sto fermo su una scala a lavorare uso i DPI anticaduta per posizionamento. L'ancoraggio è in un punto esterno alla scala.
- Se uso la scala per salire e scendere non uso DPI anticaduta, perchè se cado si ribalta pure la scala; in alternativa devo usare un altro sistema rispetto ad una scala in semplice appoggio.(ponteggio, trabattello, piattaforma, scala fissa ascensore, teletrasporto)

ursamaior
Messaggi: 430
Iscritto il: sab giu 30, 2007 9:04 am

Re: Lavoro in quota

Messaggio da ursamaior » mer mar 27, 2019 12:04 pm

È pienamente condivisibile quello che dici, ma è bene specificare che non si discuteva di "filosofia della sicurezza" ma di "diritto della sicurezza".
La norma individua requisiti minimi che sono quelli di cui si è discusso in precedenza.
E su questi si è potuto mettere dei punti fermi su ciò che è obbligatorio e ciò che non lo è.
Poi nella pratica è assolutamente necessario fare come dici tu e, tranne eccezioni opportunamente valutate, non utilizzare scale per lavori in quota, prendendo le dovute precauzioni anche nei casi in cui si tratti di semplici sistemi di accesso.

andrea.ciresa
Messaggi: 46
Iscritto il: mar mag 23, 2017 11:55 am

Re: Lavoro in quota

Messaggio da andrea.ciresa » gio mar 28, 2019 9:18 am

Non so perchè ma mi siete venuti in mente...

https://www.puntosicuro.it/sicurezza-su ... terID=2387

Imparare dagli errori: quando le scale portatili non sono sicure

Rispondi