Archivio della Categoria 'Tecnologia'

Vendita software di “seconda mano”

sabato 14 luglio 2018

Da: http://mobile.ilsole24ore.com/

Il caso contrappone la nota multinazionale del software Oracle e Usedsoft e la sentenza è favorevole a quest’ultima.

La Corte ha stabilito che «il principio dell’esaurimento del diritto di distribuzione opera non solo quando il titolare del diritto d’autore commercializza le copie del proprio software su un supporto informatico tangibile (CD ROM o DVD), bensì parimenti quando le distribuisce mediante download dal proprio sito Internet», si legge nella nota della Corte di Giustizia UE.

continua qui


Banda ultra larga, un’opportunità per professionisti e condòmini

giovedì 17 maggio 2018

Da: http://biblus.acca.it/

Dal Cnpi la guida su impianto multiservizio: cos’è, quali sono gli obblighi normativi, le opportunità per professionisti e i vantaggi per condòmini

La veloce evoluzione delle tecnologie per la connettività e il conseguente sviluppo di canali informativi di nuova generazione basati sui segnali digitali ha posto il problema di garantire un accesso alla rete generalizzato e di elevata qualità.

Dal 1° luglio 2015 è scattato, infatti, l’obbligo di dotare i nuovi edifici e quelli ristrutturati di un punto di accesso.

In particolare, gli edifici devono essere equipaggiati con un’infrastruttura fisica multiservizio in fibra ottica a banda ultra larga, impianto multiservizio, interna all’edificio, costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica fino ai punti terminali di rete.

continua qui


Tanti Auguri a tutti di Buon 2018

domenica 31 dicembre 2017

Tanti Auguri a tutti di Buon 2018 da studioFonzar & Partners

NB: il bigliettino l’ho fatto io… si vede 😉


Istruzioni per l’adempimento documentale relativo alla perizia per la fruizione dell’iper ammortamento

martedì 19 dicembre 2017

Circolare direttoriale 15 dicembre 2017, n. 547750 – Istruzioni per l’adempimento documentale relativo alla perizia per la fruizione dell’iper ammortamento

Art. 1, comma 11 della legge 11 dicembre 2016, n. 232

La disciplina agevolativa introdotta dai commi 9 e 10 dell’art. 1 della legge 232 del 2016 (legge di Stabilità 2017), concernente gli investimenti in determinati beni strumentali (materiali e immateriali) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello c.d. “Industria 4.0”, subordina il diritto alla maggiorazione delle quote di ammortamento deducibili ai fini delle imposte sul reddito anche al rispetto di uno specifico adempimento documentale.

In considerazione dell’approssimarsi della data del 31 dicembre 2017, che per la generalità dei soggetti costituisce il termine entro il quale occorre procedere a tale adempimento, la circolare fornisce indicazioni in ordine al contenuto e alle modalità di redazione della perizia giurata o dell’attestato di conformità o della dichiarazione avente valore di autocertificazione.

Inoltre, al fine di semplificare il compito dei soggetti incaricati della redazione, è stato predisposto uno schema tipo di perizia/attestazione (o autocertificazione) e uno schema tipo di analisi tecnica.

Si precisa che l’adozione degli schemi proposti non è obbligatoria, essendo possibile adottare schemi o formati differenti o integrare gli schemi allegati con ulteriori elementi o indicazioni.

Testo della circolare (pdf)
Allegato 1 (pdf)
Allegato 2 (pdf)
Allegato 3 (pdf)
Vedi anche:

Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 152/E del 15 dicembre 2017 – Iper ammortamento. Ulteriori chiarimenti sulla determinazione dei costi rilevanti e sui termini per l’acquisizione da parte dell’impresa della perizia giurata

Per ulteriori informazioni:

Scheda Iper e Super Ammortamento

Ultimo aggiornamento: 18 dicembre 2017

Ufficio competente
Direzione generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese


Voucher per la digitalizzazione delle Pmi

venerdì 3 novembre 2017

Da: http://www.sviluppoeconomico.gov.it/

Cos’è
È una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher”, di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

La disciplina attuativa della misura è stata adottata con il decreto interministeriale 23 settembre 2014.

Cosa finanzia
Il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

migliorare l’efficienza aziendale;
modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
sviluppare soluzioni di e-commerce;
fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.
Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del Voucher.

Le agevolazioni
Ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.

Come funziona
Con decreto direttoriale 24 ottobre 2017 sono state definite le modalità e i termini di presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni. Le domande potranno essere presentate dalle imprese, esclusivamente tramite la procedura informatica che sarà resa disponibile in questa sezione, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Per l’accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese.

Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata.

Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili (100 milioni di euro), il Ministero procede al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria. Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Ai fini dell’assegnazione definitiva e dell’erogazione del Voucher, l’impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione deve presentare, entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese e sempre tramite l’apposita procedura informatica, la richiesta di erogazione, allegando, tra l’altro, i titoli di spesa.

Dopo aver effettuato le verifiche istruttorie previste, il Ministero determina con proprio provvedimento l’importo del Voucher da erogare in relazione ai titoli di spesa risultati ammissibili.

Normativa
Decreto direttoriale 24 ottobre 2017 (pdf)
Allegato 1 – Dotazione finanziaria su base regionale. Delibera CIPE 10 luglio 2017, n. 47/2017 (pdf)
Allegato 2 – Domanda per l’assegnazione del voucher (pdf)
Allegato 3 – Richiesta di erogazione del voucher (pdf)
Allegato 4 – Schema di dichiarazione liberatoria del fornitore (pdf)
Allegato 5 – Resoconto sul progetto agevolato(pdf)
Allegato 6 – Elenco degli oneri informativi (pdf)
Decreto interministeriale 23 settembre 2014

Informazioni e contatti
Eventuali quesiti possono essere inviati all’indirizzo mail: info.voucherdigitalizzazione@mise.gov.it

Alle richieste di chiarimenti pervenute viene fornita una risposta attraverso le FAQ (risposte alle domande frequenti). Non verranno date risposte a quesiti relativi a casi specifici ma solo a quelli aventi carattere generale relativi all’interpretazione delle disposizioni attuative.


La Lightboard: una lavagna speciale per dei video efficaci

sabato 23 settembre 2017

Da: https://mediaspace.unipd.it/

(grazie Paolo)


Industria 4.0: Proroga termini iperammortamento

mercoledì 20 settembre 2017

Mi arriva la seguente PEC (e penso sia arrivata a molti)
da “industria4.0-mise3@cert.impresainungiorno.gov.it”

Cari imprenditori e cari professionisti,

attraverso il Decreto Sud il Governo ha prorogato l’agevolazione dell’iperammortamento per le imprese che acquistano beni strumentali rientranti nel piano Industria 4.0.

In particolare, è stato esteso al 30 settembre 2018 il termine ultimo per la consegna dei beni ammessi all’agevolazione, a condizione che, entro la data del 31 dicembre 2017, il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione.

Posticipare la scadenza entro cui deve avvenire la consegna del bene, significa di fatto, poter concedere alle imprese più tempo e maggiori possibilità di effettuare nuovi investimenti, leva indispensabile per imprimere un forte impulso positivo all’innovazione, alla produttività e all’occupazione.

L’obiettivo di questa iniziativa è contribuire al consolidamento dei segnali positivi registrati nei mesi scorsi, grazie alle imprese che hanno saputo cogliere le sfide dell’innovazione utilizzando al meglio le opportunità introdotte dal pacchetto di riforme varato dal Governo.


Industry 4.0, il primo bilancio sugli effetti del piano italiano

martedì 19 settembre 2017

Da: https://www.agendadigitale.eu/

Il mercato italiano dell’Industria 4.0 vale 1,6 – 1,7 miliardi, secondo il Polimi. Oltre la metà delle aziende intende utilizzare il superammortamento al 140% e il 36% l’iperammortamento. Ma adesso bisogna lavorare di più su ricerca e sviluppo. Ecco il primo quadro

La trasformazione digitale in chiave 4.0 è un processo di lungo periodo, i cui risultati si potranno vedere compiutamente nell’arco di 10-15 anni: l’ultimo anno ha visto aumentare la consapevolezza delle imprese nei confronti della tematica (la ricerca 2016 dell’Osservatorio aveva rilevato che il 38% delle imprese non sapevano cosa fosse Industry 4.0, quest’anno la percentuale è scesa all’8%), il merito è in parte del piano Calenda in parte del fatto che l’intero sistema paese si è allertato sul tema con convegni, iniziative, formazione, ma la strada è ancora lunga. Dalla ricerca 2017 emergono alcune istanze di breve periodo (al di là della eventuale proroga degli incentivi, sarebbe opportuno un ulteriore slittamento dei termini per la consegna dei beni, per evitare il rischio di un eccesso di domanda rispetto alla capacità), e altre di medio e lungo termine (in primis gestire la trasformazione e la formazione delle nuove competenze).

continua qui


Allarme dagli USA «Gli smartphone danneggiano la salute mentale dei ragazzi»

mercoledì 9 agosto 2017

Da: https://www.macitynet.it/

In aumento depressione e suicidi: una ricercatrice di psicologia USA lancia l’allarme «Smartphone e social hanno gravi conseguenze sulla salute mentale dei ragazzi»
continua qui


Apple Newton, un documentario dedicato al primo palmare della storia

martedì 9 maggio 2017

mitiko
io l’ho usato per tanti anni!


Locations of visitors to this page