Una farfalla ci seppellirà

29 marzo 2017 | Pubblicato in Sicurezza&Salute | Nessun Commento »

da: https://ottantunozerotto.wordpress.com/

Nel 1684 E. Halley (sì, quello della cometa, tra le altre cose) andò a Cambridge per parlare con I. Newton (sì, quello delle leggi della dinamica, tra le altre cose) di una cosetta su cui si era fissato e quando ti fissi è brutto.

Tutto era iniziato una sera al pub. Halley e R. Hooke (sì, quello della legge sulla forza elastica, tra le altre cose) accettarono una scommessa su chi sarebbe stato il primo a trovare la legge matematica che descrive il moto dei pianeti intorno al sole (chi non fa scommesse del genere al pub con gli amici?) postulato da Keplero.

Hooke sosteneva di conoscere già la risposta, ma era quel tipo di amici ai quali devi sempre fare la tara di ciò che ti raccontano (ed infatti, non tira fuori la soluzione).

Siccome non riusciva a venirne a capo, Halley va a parlarne a Newton (ricorre cioè all’aiuto a casa… Di Newton), nella speranza che quello potesse dargli qualche dritta, un po’ di polvere puffa, suggerirgli una magicabula per vincere la scommessa e farsi il grosso con Hooke.

Qui viene il bello… inizia a parlarne a Newton e quello fa: «Ah sì, quella faccenda… L’ho risolta 5 anni fa! C’ho le carte qui, da qualche parte sulla scrivania!».

Newton aveva già risolto il problema del moto dei corpi in orbita (senza il quale oggi non avremmo le leggi della dinamica e quella di gravitazione universale, il calcolo infinitesimale e tante altre cosette utili), ma non avendo pubblicato nulla era come se tutto ciò non fosse mai accaduto (se non per Newton).
continua qui


Regione Veneto: posizione sulla formaldeide al febbraio 2017

28 marzo 2017 | Pubblicato in Sicurezza&Salute | Nessun Commento »

Qui i documenti emessi

Al contrario della Regione Lombardia – con la sua Linea Guida
non hanno preso alcuna posizione definitiva

Quindi basta cambiare regione che cambia la gestione del rischio? –> buh !


Calendario aprile 2017 – corsi di Percorso-Sicurezza

28 marzo 2017 | Pubblicato in Sicurezza&Salute | Nessun Commento »

Ad aprile:
Accordo stato regioni ASR
Formazione per formatori
Lavori in quota
Autorespiratori
BLSD
Qui il calendario di tutto l’anno

Qui per iscriversi ai corsi di aprile 2017


Fai crescere la tua impresa, lavora in sicurezza

28 marzo 2017 | Pubblicato in Sicurezza&Salute | Nessun Commento »

Da: http://www.ass3.sanita.fvg.it/
(grazie Bruzio)

L’Inail FVG e la Camera di Commercio di Udine invitano le imprese a un incontro di approfondimento sui bandi ISI Inail per il finanziamento a fondo perduto di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro:
28 marzo 2017
Sala Valduga – Camera di Commercio
Piazza G. Venerio, 8
9:30 – 12:00
L’evento è pubblico ma si chiede di confermare la partecipazione a friuli-comunicazione@inail.it.
Per maggiori informazioni:Locandina bandi ISI 2016 [pdf – 578,79 KB]


La normalità degli incidenti

27 marzo 2017 | Pubblicato in Sicurezza&Salute | Nessun Commento »

Da: https://ottantunozerotto.wordpress.com/

In un precedente post ho cercato di rappresentare alcuni limiti dell’attuale approccio prevenzionistico basato sulla valutazione dei rischi.

Come sappiamo, l’uso di questo strumento è stato introdotto dai recepimenti delle direttive comunitarie di fine anni ’80 come misura complementare alla prevenzione/protezione di natura puramente tecnologica che, storicamente, dalla rivoluzione industriale in poi, ha rappresentato il paradigma stesso di “sicurezza”.

Questa faccenda della valutazione dei rischi nasce da studi iniziati nella seconda parte degli anni ’70 che avevano evidenziato come molti incidenti che, a prima vista, sembravano avere natura tecnologica, in realtà nascondevano anche (o soprattutto) tutta una serie di fallimenti, errori, omissioni a livello organizzativo.

Ciò che ha solleticato l’interesse del legislatore comunitario è l’apparente, ovvia conclusione che, dopo aver attuato le misure tecnologicamente fattibili, se valuti i rischi rimanenti e ti organizzi adeguatamente, è praticamente impossibile che qualcosa possa andar male (e se qualcosa va male è, ovviamente, perché hai eseguito male qualcuno dei passaggi precedenti).

Su queste premesse è costruito l’intero paradigma della sicurezza del D.Lgs. n. 81/2008.

Ora, io sostengo con forza che questo approccio è totalmente insufficiente, velleitario, platonico e ci sta facendo spendere un mucchio di energie e risorse.
continua qui


Percorso Sicurezza

27 marzo 2017 | Pubblicato in Sicurezza&Salute | Nessun Commento »

Percorso Sicurezza è un progetto formativo sulla sicurezza sul lavoro che vede Paolo Grossa, Massimo Tegon, Friuli Antincendi e Studio Fonzar&Partners gli ispiratori e le aziende come le principali protagoniste del funzionamento ed ampliamento del progetto.


Bruzio, a ruota libera, su Ocjo, cultura della prevenzione e d’intorni…..

26 marzo 2017 | Pubblicato in Sicurezza&Salute | Nessun Commento »

Ecco il video dell’intervista odierna di Bruzio su UdineseTV


MODELLI 231 E SICUREZZA STRADALE. QUALI CONNESSIONI? QUALI TUTELE PER L’AZIENDA? LA CERTIFICAZIONE ISO 39001

24 marzo 2017 | Pubblicato in Sicurezza&Salute | Nessun Commento »

MODELLI 231 E SICUREZZA STRADALE. QUALI CONNESSIONI? QUALI TUTELE PER L’AZIENDA? LA CERTIFICAZIONE ISO 39001 E LA CONVENZIONE ASSO231

Da: https://www.linkedin.com/

Ciro Strazzeri
President at GIACC Italy and Asso231 – CEO Gruppo Strazeri

Il campo della “Sicurezza sul Lavoro” è stato parecchio “trainante”, oltre che per la responsabilità penale dei soggetti coinvolti, anche per quanto riguarda la Responsabilità Amministrativa ex D.Lgs. 231/01.

Ad esperienza diretta di chi vi scrive, sin da quando la Legge 123/07 ha introdotto l’art. 25-septies (Omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime, commessi con violazione delle norme antinfortunistiche) nel testo del D.Lgs. 231/01, richiamando gli artt. 589 e 590 del c.p., le aziende hanno avuto maggiore stimolo a dotarsi di Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo, in ciò ulteriormente stimolati dall’art. 30 del Dlgs. 81/08 che ha stabilito (unico caso attualmente regolamentato per legge) i contenuti minimi di un Modello Organizzativo per poter essere idoneo per l’esimenza della responsabilità dell’organizzazione.

In particolare, l’art. 30 ha richiamato esplicitamente (anche questo è un caso unico) una norma gestionale certificabile, la OHSAS 18001, come via per poter provare l’eventuale efficacia del proprio Modello Organizzativo.

Questo è tornato particolarmente utile alle organizzazioni, vista la carenza di specifiche indicazioni di base per la redazione dei Modelli nel testo del D.Lgs. 231/01, a fronte delle pesanti sanzioni previste (nel caso peggiore, sanzione pecuniaria in misura pari a 1.000 quotee sanzioni interdittive per una durata non inferiore a tre mesi e non superiore ad un anno).

Anche da un punto di vista strettamente penale, l’efficace attuazione di un Modello conforme ai rquisiti di cui all’art. 30 del D.Lgs. 81/08, viene ritenuta valida come presuzione dell’avvenuta vigilanza del delegante sui delegati, ai sensi dell’art. 16 del D.Lgs. 81/08, con notevole potenziale sgravio di responsabilità per il Datore di Lavoro e l’intero organo di governo aziendale.

continua qui


Prossime novità 231 su sicurezza e ambiente

24 marzo 2017 | Pubblicato in Sistemi di Gestione 231 | Nessun Commento »

Da: https://www.linkedin.com/

Maurizio Arena
Penalista d’impresa
Atto Senato 2602 presentato il 21 novembre 2016, Testo unico della normativa sull’amianto

(Art. 119).
All’articolo 22 del decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231, dopo il comma 1 è inserito il seguente:
1-bis. Le sanzioni amministrative per i delitti previsti dall’articolo 25-septies si prescrivono nel termine di dieci anni dalla data di consumazione del reato
continua qui


Ocjo al consulente

23 marzo 2017 | Pubblicato in Sicurezza&Salute | Nessun Commento »

Ragazzi
stiamo SCRIVENDO LA STORIA
e non ce ne rendiamo anche conto

Per tutti i consulenti della sicurezza in FVG: è arrivata l’ora!

L’annuncio a brevissimo!

… stiamo scrivendo una pagina di storia importante …

MITICI!


Locations of visitors to this page