BLOG FONZARNEWS

Autoriciclaggio, per le società scatta l’allarme del dlgs 231/01

Da: http://www.compliancenet.it/

La legge 186 sulla voluntary disclosure obbliga all’adeguamento dei modelli organizzativi

La legge 186/2014 sulla voluntary disclosure, introducendo il nuovo reato di autoriciclaggio, ha modificato la responsabilità amministrativa degli enti collettivi tramite l’inclusione di questo nuovo reato nel «catalogo» di quelli previsti dal dlgs 231/01, che possono determinare una possibile responsabilità amministrativa in capo all’ente che lo commette.
L’inserimento dell’autoriciclaggio tra quelli presupposto della responsabilità amministrativa fa sì che i reati tributari consumati dalla società, o dall’ente più in generale, diventano quelli per cui più la persona giuridica potrà essere chiamata a rispondere.
Questo avverrà nonostante i reati tributari siano, come tali, esclusi dal novero dei reati presupposto del 231/01.

Il reato fiscale commesso dall’impresa, ancor prima di un’esplicita modifica legislativa in tal senso, entra nella responsabilità amministrativa della 231 «veicolato» dall’autoriciclaggio: agli organi aziendali il compito di non farsi trovare impreparati.

continua qui

Commenti

Devi essere iscritto per lasciare un commento ISCRIVIMI SUBITO