BLOG FONZARNEWS

Valutazione rischi per la sicurezza sul lavoro

Da: http://www.ulss4.veneto.it/

Sono disponibili “Le indicazioni per la stesura del documento standardizzato di valutazione dei rischi” prodotte dal Comitato Regionale di Coordinamento. Sono destinate ai Datori di Lavoro che occupano fino a 10 lavoratori, ma possono essere utilizzate anche dai datori di lavoro di imprese di dimensioni maggiori.

Il D.Lgs 81/08 prevede, per tutte le aziende che impiegano almeno un lavoratore, l’obbligo di valutare tutti i rischi presenti e di elaborare il relativo documento (DVR: Documento di Valutazione dei Rischi).

Dal 1 giugno 2013 entra in vigore quest’obbligo anche per le aziende con meno di dieci dipendenti che fino al 31.05.2013 hanno potuto avvalersi dell’autocertificazione.
Con Decreto del Ministero del Lavoro 30 novembre 2012 sono state adottate le “Procedure standardizzate per la valutazione dei rischi ai sensi dell’art. 29 D.Lgs. n. 81/2008” che hanno definito il modello di riferimento utilizzabile dai datori di lavoro delle imprese con meno di 10 dipendenti.

Per accedere al documento ministeriale si può utilizzare il seguente link:
http://www.lavoro.gov.it/Lavoro/SicurezzaLavoro/PrimoPiano/20121207_DI_30nov2012.htm

In Veneto, il “Comitato Regionale di Coordinamento delle attività di prevenzione e vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro” (CoReCo) ha elaborato proprie “Indicazioni per stesura del documento standardizzato di valutazione dei rischi”, conformi alle procedure standardizzate ministeriali, proponendo una metodologia e strumenti più chiari.
Tale metodologia può essere utilizzata dal datore di lavoro di ogni impresa, indipendentemente dalle dimensioni della stessa (anche con più di 10 dipendenti) e dal settore/comparto di appartenenza.
Il Datore di Lavoro può utilizzare indifferentemente le “Procedure standardizzate …” di cui al D.M. 30 novembre 2012 oppure le “Indicazioni …” elaborate del Comitato Regionale di Coordinamento.

Il documento elaborato dal CoReCo Veneto è reperibile nel menù a lato sia nel formato (word) modificabile e sia nel formato (pdf) non modificabile per garantire la rintracciabilità del documento originale.

Commenti

Devi essere iscritto per lasciare un commento ISCRIVIMI SUBITO