BLOG FONZARNEWS

OSHA: Legionella, informazioni e prevenzione

Questa notizia è stata tratta da: http://www.amblav.it/

Colpisce spesso i lavoratori in luoghi ad alto rischio di insorgenza: insediamenti dove sono presenti macchine produttrici di nebbia, gabinetti odontoiatrici, installazioni offshore di estrazione di petrolio e di gas, impianti di autolavaggio, strutture sanitarie, terme e alberghi).

La malattia dei legionari è una forma di polmonite causata dal batterio
Legionella pneumophila e altri batteri ad esso correlati.

Una forma meno grave della malattia è costituita da un’infezione respiratoria,
nota come febbre di Pontiac.

Colpisce spesso i lavoratori in luoghi ad alto rischio di insorgenza: insediamenti dove sono presenti macchine produttrici di nebbia, gabinetti odontoiatrici, installazioni offshore di estrazione di petrolio e di gas, impianti di autolavaggio, strutture sanitarie, terme e alberghi.

La scheda informativa riassume gli aspetti professionali dell’esposizione alla Legionella.

Controllo dei rischi legati alla legionella
Solitamente, il controllo dei rischi derivanti dall’esposizione alla legionella avviene attraverso misure che impediscono la proliferazione dei batteri nel sistema, nonché attraverso la riduzione dell’esposizione a goccioline di acqua e ad aerosol.

Le misure di precauzione prevedono di:
– controllare l’emissione degli spruzzi di acqua;
– evitare temperature di acqua comprese tra i 20 e i 45 °C;
– evitare il ristagno di acqua che possa favorire lo sviluppo di biofilm;
– evitare l’utilizzo di materiali che ospitano batteri e altri microrganismi o forniscono sostanze nutritive per lo sviluppo di microbi;
– mantenere la pulizia del sistema e dell’acqua al suo interno.

Infine, è possibile che il personale addetto alla manutenzione debba utilizzare attrezzature per la protezione personale (come, ad esempio, i respiratori).

Normalmente, la malattia dei legionari si contrae inalando piccole gocce di acqua (aerosol) contaminate dalla legionella.

La malattia dei legionari non colpisce solo il vasto pubblico costituito,
ad esempio, da alcuni viaggiatori che alloggiano in hotel, ma
anche i lavoratori, specialmente i tecnici addetti alla manutenzione
dei sistemi di condizionamento dell’aria o di fornitura di acqua.

È stato dimostrato che l’esposizione alla legionella può riguardare
anche i lavoratori operanti in luoghi in cui sono presenti macchine
di atomizzazione, nonché dentisti, operai di impianti petroliferi e a
gas in mare aperto, saldatori, addetti ai servizi di autolavaggio, minatori,
operatori sanitari, operai di impianti preposti al trattamento
delle acque di scarico in diverse industrie, ad esempio fabbriche
per la produzione di pasta e di carta.

Il sito

Commenti

Devi essere iscritto per lasciare un commento ISCRIVIMI SUBITO