BLOG FONZARNEWS

Formazione dei Lavoratori in Tema di Sicurezza sul Lavoro. A che punto siamo?

Questa notizia è stata tratta da: http://medicocompetente.blogspot.com/

E’ passato quasi un anno dall’entrata in vigore delle nuove regole per la formazione dei lavoratori, preposti, dirigenti in tema di sicurezza e salute sul lavoro ed ho provato a riflettere, nell’ambito delle aziende che seguo come medico competente, sulla applicazione di detto accordo.
18 aziende che sono state più volte informate e sollecitate, nel corso dell’anno, per dare seguito agli obblighi normativi.
11 non hanno effettuato alcunchè nè nell’anno nè in passato
2 hanno effettuato un programma parziale: in una l’R.S.P.P. ha deciso che per l’attività di ufficio il monte ore minimo previsto dalla normativa è 4 ore e nell’altra è stata effettuata solo la parte “generica” 4 ore rimandando di mese in mese la parte rimanente.
1 azienda ha effettuato solo una formazione pregressa ma non ha adeguato il programma ai nuovi obblighi.
2 aziende ha completato l’intero ciclo formativo (non per i nuovi assunti nei tempi previsti dei 60 giorni) affidandosi ad una società di formazione esterna che ha deciso di non coinvolgere il medico competente nonostante la disponibilità.
1 azienda ha richiesto l’intervento di una società esterna di formazione che ha fornito un pacchetto pre-confezionato. Il medico competente si è proposto di collaborare (senza costi per la società di formazione e nell’ambito di un contratto forfetario con l’azienda in cui è inclusa anche la collaborazione alla formazione dei lavoratori) ma all’inizio è stato escluso e solo negli ultimi incontri è stato coinvolto per 1,5 ore.
1 azienda ha completato l’intero ciclo con proficua gestione interna delle figure e delle risorse. La parte “generica” è stata effettuata direttamente dall’R.S.P.P. La parte specifica è stata affidata al medico competente. 8 ore effettivamente effettuate, senza trucchi, false certificazioni. Alta soddisfazione dei lavoratori che hanno gradito l’impostazione. Costo 0: l’R.S.P.P. è lavoratore dipendente. Il medico competente ha un contratto forfetario annuale che include anche la collaboraborazione alle attività formative come peraltro previsto dalla “lettera a, comma 1 dell’art. 25”: “il medico competente collabora con il datore di lavoro e con il servizio di prevenzione e protezione all’attività di formazione e informazione nei confronti dei lavoratori, per la parte di competenza.
Pertanto su 18 aziende solo in 2 casi è stato coinvolto il medico dei quali 1 in modo parziale.

Commenti

Devi essere iscritto per lasciare un commento ISCRIVIMI SUBITO