BLOG FONZARNEWS

Una sorsata di sicurezza

Questa notizia è stata tratta da: http://www.actas.it/

Coca-Cola HBC Italia, Aisico e Polizia stradale lavorano insieme per contrastare il drammatico fenomeno delle morti sul lavoro avvenute sulla strada

Che l’automobile sia una delle principali cause di mortalità sul lavoro è un dato di fatto confermato dall’INAIL i cui dati per il 2009 dicono che il 55% delle morti sul lavoro si è verificato sulla strada nello svolgimento di un’attività che richiedeva l’uso di un automezzo o per il raggiungimento del posto di lavoro. Il rapporto Aci-Istat 2009 ci dice che in Italia si sono verificati 215.405 incidenti stradali, 590 al giorno, che hanno causato la morte di 4.237 persone e il ferimento di altre 307.258, con una media di 12 vittime al giorno. Cause principali? Mancato rispetto delle regole di precedenza, guida distratta e velocità elevata (44,59% dei casi). Il coinvolgimento in incidenti di veicoli commerciali e industriali sulle autostrade è stato del 18,5% con un tasso di mortalità del 32,5% in autostrada e del 14,5% sulle altre strade.
Si tratta dunque di un problema che non può essere ignorato neanche dalle imprese, specialmente se per lo svolgimento della loro attività necessitano di una complessa rete di distribuzione che comporta per i loro dipendenti lunghi periodi alla guida. É proprio da queste considerazioni che appare decisamente interessante l’iniziativa di Coca-Cola HBC Italia denominata “Sulla strada giusta”.

Realizzata in collaborazione con Polizia Stradale e Aisico – Associazione Italiana per la Sicurezza della Circolazione – si pone come progetto all’avanguardia nel settore privato d’informazione ed educazione alla sicurezza stradale ed ha come obiettivo di sottolineare l’importanza di una guida responsabile a tutela di sé stessi e degli altri, anche nello svolgimento quotidiano del proprio lavoro.

La collaborazione della Polizia Stradale è evidentemente di grande importanza e pone anche in primo piano un nuovo concetto dei ruoli e delle azioni di sua responsabilità.
“Oggi il lavoro della Polizia Stradale si svolge anche all’interno dei luoghi di lavoro, oltre che sulla strada” – sono parole del direttore del Servizio Polizia Stradale Roberto Sgalla – “L’attenzione al fenomeno degli incidenti sul lavoro, sottolineata costantemente anche dal Presidente della Repubblica, ha determinato un rinnovamento della nostra attività. Non solo sensibilizzazione degli studenti sui temi della sicurezza stradale ma anche del mondo del lavoro attraverso un linguaggio che sia il più efficace per spiegare i comportamenti a rischio”.

E in effetti l’iniziativa si incentra esattamente su un progetto di formazione e informazione che si articolerà in una serie di incontri con proiezioni di filmati, consistenti in video e ricostruzioni di incidenti stradali, condotti dalla Polizia Stradale, verifiche pratiche delle misure di prevenzione adottate e conseguente monitoraggio dei risultati. I partecipanti al corso riceveranno anche il manuale “Sulla strada giusta” contenente le norme del Nuovo Codice della Strada e un DVD dedicato alle buone pratiche della guida sicura realizzato a cura della Polizia Stradale.

Lo spirito vuole essere quello di un’informazione ampia e al tempo stesso brillante e vivace, capace quindi di grande efficacia, come ha sottolineato Eugenio Bernardi, Presidente di Aisico: “Un eccellente caso di partnership tra un’importante istituzione, un’associazione no profit e una grande azienda con l’augurio che altre imprese adesso raccolgano questo testimone”.

Non deve sembrare esagerato l’impegno di una società che conta ben 1.400 dipendenti per la sua rete di distribuzione che percorrono 54 milioni di Km ogni anno in tutta Italia, passando in auto circa metà delle propria giornata lavorativa.

Commenti

Devi essere iscritto per lasciare un commento ISCRIVIMI SUBITO