BLOG FONZARNEWS

Efficienza energetica: bonus per diecimila case

Questa notizia è stata tratta da: http://www.edilio.it/

Stanziati 60 milioni per case in classe A e B

Effetto ecocasa da 10mila unità. Tanto inciderebbe secondo le prime stime di Ance e Finco sul mercato della compravendita immobiliare il contributo che il Governo ha assegnato con il decreto incentivi. Che stanzia, per promuovere le case in classe A e B, 60 milioni. Il testo del provvedimento che attende ancora la pubblicazione in «Gazzetta Ufficiale» si incarica di prevedere un pacchetto di incentivi per le case a basso impatto energetico.

Il decreto attuativo del ministero dello Sviluppo economico – quello cioè che stanzia voce per voce le risorse – ripartisce 60 milioni per l’acquisto di immobili in classe A e in classe B, con un meccanismo che parrebbe incoraggiare il mercato verso le soluzioni più avanzate sotto il profilo del risparmio energetico. La norma fissa un «contributo pari a 83 euro per metro quadrato di superficie utile e nel limite massimo di 5.000 euro, per l’acquisto di immobili di nuova costruzione, come prima abitazione della famiglia, con fabbisogno di energia primaria migliore almeno del 30% rispetto ai valori di cui all’allegato C, n. 1, della tabella 1.3 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192».

Mentre è stabilito un «contributo pari a 116 euro per metro quadrato di superficie utile e nel limite massimo di 7.000 euro, per l’acquisto di immobile con fabbisogno di energia primaria migliore almeno del 50% rispetto ai valori di cui all’allegato C, n. 1, della tabella 1.3 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192». Gli immobili incentivabili in classe B, quindi, sembrerebbero vincolati a due condizioni non richieste per i “fratelli maggiori” di classe A: e cioè il requisito della prima abitazione e quello dell’immobile nuovo. Passa anche l’indicazione – caldeggiata dall’Ance – sul sistema di prenotazione. La disciplina prevede infatti un meccanismo che però interviene successivamente alla stipula, in caso di immobili nuovi, del compromesso. Inoltre il testo chiarisce che la prenotazione «viene confermata in sede di stipula del contratto di compravendita, al quale, ai soli fini dell’ottenimento dei contributi, deve essere allegato l’attestato di certificazione energetica».

DECRETO-LEGGE 25 marzo 2010, n. 40 – Disposizioni urgenti tributarie e fi nanziarie in materia di contrasto alle frodi fi scali internazionali e nazionali operate, tra l’altro, nella forma dei cosiddetti «caroselli» e «cartiere», di potenziamento e razionalizzazione della riscossione tributaria anche in adeguamento alla normativa comunitaria, di destinazione dei gettiti recuperati al fi nanziamento di un Fondo per incentivi e sostegno della domanda in particolari settori. _ pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 26 marzo 2010 n. 71 Edilizia

Edilizia&Territorio, n. 12-13 29 marzo 10 aprile

Commenti

Devi essere iscritto per lasciare un commento ISCRIVIMI SUBITO