BLOG FONZARNEWS

Produzione di energia e reddito agrario: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Questa notizia è stata tratta da: http://www.acca.it/biblus-net/

La Finanziaria 2006 ha fatto rientrare nella categoria delle attività agricole connesse la generazione di energia elettrica e termica da fonti agroforestali e fotovoltaiche.
Con la circolare n.32/E del 6 luglio l’Agenzia delle Entrate ha chiarito tutti gli aspetti fiscali del connubio tra attività agricola e produzione di energia.
Secondo le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate, la cessione di energia prodotta da fonte fotovoltaica, da parte degli imprenditori agricoli, produce sempre reddito agrario per la parte generata dai primi 200 kW di potenza nominale installata.
La produzione di energia che supera questa soglia è considerata produttiva di reddito agrario solo se ricorre uno dei requisiti seguenti:
– se deriva da impianti con integrazione architettonica o parzialmente integrati realizzati su strutture aziendali esistenti
– se il volume d’affari legato all’attività agricola (esclusa la produzione di energia fotovoltaica) è superiore al volume d’affari della produzione di energia fotovoltaica eccedente i 200 kw
– entro il limite di 1 mW per azienda, per ogni 10 kw di potenza installata eccedente il limite dei 200 kw, l’agricoltore deve dimostrare di avere almeno un ettaro di terreno riservato all’attività agricola.
Ricordiamo che il reddito agrario non viene calcolato su base analitica in base ai costi sostenuti e ai ricavi, ma su base catastale, applicando tariffe d’estimo stabilite per ogni qualità e classe.

Clicca qui per scaricare il testo della Circolare n. 32/2009
http://www.acca.it/Biblus-net/getdownload.asp?file=ApprofondimentiTecnici/Circolare32E_2009.pdf

Commenti

Devi essere iscritto per lasciare un commento ISCRIVIMI SUBITO