BLOG FONZARNEWS

Addetti alle pulizie e sostanze pericolose

Questa notizia è stata tratta da: http://www.sicurweb.it/

Suggerimenti per ridurre o evitare i rischi di esposizione, contatto o inalazione
“Gli addetti alle pulizie – si legge nella presentazione dell’E-fact n. 41 – sono a rischio per il contatto che possono avere con le sostanze pericolose (per contatto o inalazione), per il fatto di lavorare in ambienti bagnati o sporchi e perchè possono ferirsi magari con aghi. Disturbi della pelle per esempio sono abbastanza comuni per gli addetti alle pulizie ma sono anche in aumento casi di asma, bronchite cronica e altri problemi respiratori”. Il numero di E-Fact in questione spiega come riconoscere le sostanze pericolose e spiega come possono danneggiare il corpo e causare danni. Offre infine suggerimenti su come minimizzare il rischio.

Quella delle pulizie è un’industria multimilionaria che ha milioni di addetti in tutta Europa. Gli addetti alle pulizie lavorano in tutti i settori e posti di lavoro: dagli hotel agli ospedali, dalle industrie alle aziende agricole. Lavorano all’interno degli edifici ma anche all’aperto incuse le aree pubbliche. Gli addetti possono essere dipendenti oppure lavorare in un’impresa di proprietà. Spesso sono “invisibili” perché lavorano di notte o al mattino presto, spesso da soli. E il loro lavoro è importantissimo. Molti addetti sono donne e una parte significativa di loro fa parte di minoranze etniche.

Per tutti i dettagli è possibile scaricare l’E-fact n. 41.

Fonte: osha.europa.eu
29 ottobre 2008

http://www.sicurweb.it/download/7896_3522-13201.pdf

Commenti

Devi essere iscritto per lasciare un commento ISCRIVIMI SUBITO