BLOG FONZARNEWS

Dimissioni volontarie: precisazioni del Ministero del Lavoro

Questa notizia è stata tratta da: http://www.unindustria.pn.it/

Il Ministero del Lavoro, anche su sollecitazione di Confindustria, ha fornito talune precisazioni sulla disciplina delle dimissioni volontarie rivedendo parzialmente le indicazioni fornite il Notizia n. PN08.0392 del 05/03/2008

Approfondimenti
Con nota 25 marzo 2008 il Ministero del Lavoro ha fornito talune precisazioni sulla disciplina delle dimissioni volontarie precisando che l’obbligo della “convalida” non si applica a:
– risoluzione consensuale;
– dimissioni incentivate;
– cessione di contratto;
– rapporti di stages e tirocinio;
– rapporti di agenzia;
– collocamento in pensione;
– dimissioni durante il periodo di prova;
– dimissioni di componenti di organi di amministrazione e controllo di società e partecipanti a collegi e commissioni.

Rivedendo il proprio precedente orientamento, il Ministero chiarisce che il modulo di dimissioni prima di essere consegnato al datore di lavoro può essere compilato:

– autonomamente dal lavoratore (direttamente dal sito del Ministero del Lavoro previa autenticazione/validazione);

ovvero, e in alternativa,

– il lavoratore può compilare il modello rivolgendosi ad uno dei soggetti abilitati. La scelta di questa modalità, con la necessità di recarsi alla Direzione Provinciale del Lavoro (DPL), è obbligatoria in caso di dimissioni per la cui validità è prevista la procedura di convalida (es. dimissioni della lavoratrice per causa di matrimonio ovvero nel periodo coperto dalla maternità sino all’anno di età del bambino).

Infine, il Ministero chiarisce che nella “Sezione 3 – Dimissioni” per “data decorrenza dimissioni” va inteso “il primo giorno da cui decorre il preavviso, ove previsto dal contratto di lavoro”.

Commenti

Devi essere iscritto per lasciare un commento ISCRIVIMI SUBITO