BLOG FONZARNEWS

“Online Sicuro”: sicurezza informatica per imprese e cittadini

Questa notizia è stata tratta da: http://www.puntosicuro.it

Presentato un progetto per la sicurezza web dei cittadini e delle pmi. Informazione e assistenza.

Maggiore informazione e un aiuto nelle problematiche relative alla sicurezza informatica saranno offerti a cittadini e pmi tramite un sito web in collaborazione tra istituzioni e aziende private.

Il progetto Online Sicuro, presentato nei giorni scorsi a Milano a Infosecurity, prevede la creazione di un portale, operativo entro il 2007, a disposizione di cittadini e piccole e medie imprese per avere risposte ed aiuto qualificato nell’affrontare le problematiche di sicurezza dei sistemi informatici.

Nella sezione del sito destinata ai cittadini saranno illustrate le principali problematiche di sicurezza relative all’utilizzo di Internet: la sicurezza del proprio pc, la sicurezza delle transazioni on line, l’e-government, la tutela dei minori su Internet, i virus, la posta elettronica, la Privacy, la tutela dei diritti d’autore, lo spamming, il phishing, i codici di comportamento, ecc. ecc.
Per le imprese saranno invece affrontate le problematiche di sicurezza dei sistemi informatici e dell’informazione in ambito aziendale: le misure minime di sicurezza, gli obblighi inerenti la legislazione sulla privacy, le problematiche specifiche del settore sanitario, quelle del settore finanziario, l’e-commerce, la formazione e la certificazione del personale addetto ai sistemi, ecc. ecc.
Tramite il portale, si potrà inoltre ottenere un servizio di assistenza.

Le attività di Online Sicuro saranno coordinate da Infosecurity Italia e portate avanti dal Clusit e dal CERT.IT (Computer Emergency Response Team c/o il Dipartimento di informatica e Comunicazione dell’Università degli Studi di Milano).
L’operazione sarà finanziata da un gruppo di aziende private (appartenenti sia al settore IT che al mondo industriale, finanziario e dei servizi)

L’iniziativa sarà promossa direttamente dalla Presidenza del Consiglio, e dovrebbe avere il sostegno di: Ministero Comunicazioni, Ministero Pubblica Istruzione, Ministero Università e Ricerca, Ministero Sviluppo economico, Autorità Garante per la protezione dei dati personali, Autorità Garante per le Comunicazioni, Confederazioni Industriali, Confcommercio, Associazioni dei Consumatori.

Commenti

Devi essere iscritto per lasciare un commento ISCRIVIMI SUBITO