BLOG FONZARNEWS

Norma tecnica per la protezione catodica serbatoi interrati

La UNI EN 13636, un contributo per migliorare la qualit? e la sicurezza dei serbatoi metallici interrati

Da: http://www.uni.com

E? stata pubblicata nella versione bilingue, italiano e inglese, la norma UNI EN 13636 Protezione catodica di serbatoi metallici interrati e delle relative tubazioni

La norma indica i principi per l’attuazione della protezione catodica contro i fenomeni di corrosione dei serbatoi metallici interrati e delle relative tubazioni metalliche. Precisa, altres?, le condizioni e i parametri da soddisfare per attuare la protezione catodica, come pure le regole e le procedure di progettazione, installazione, collaudo e manutenzione dei sistemi di protezione catodica dei serbatoi e delle relative tubazioni.
La norma si applica alle superfici esterne dei serbatoi interrati e relative tubazioni elettricamente separati da qualsiasi impianto di terra generale e da altre strutture interrate estranee, quali i:
? serbatoi industriali di deposito, indipendentemente dalle loro dimensioni e dalla natura del loro contenuto (liquido o gas, infiammabile o no, tossico o non tossico, inquinante o no);
? serbatoi, usati nelle stazioni di servizio e in spazi domestici o commerciali, che contengano liquidi o gas infiammabili oppure sostanze inquinanti.

Inoltre la norma richiama l?attenzione sui serbatoi interrati privi di rivestimento o con rivestimento danneggiato o deteriorato (per esempio serbatoi esistenti), dove la protezione catodica deve essere attuata con accortezza, per evitare interferenze elettriche ad altre strutture metalliche estranee poste in vicinanza.

Un paragrafo ? dedicato alla prevenzione del rischio di esplosione dove sono indicate le norme europee di riferimento per l?installazione, in atmosfere potenzialmente esplosive, delle apparecchiature e dispositivi di protezione catodica e degli apparati elettrici. Altre prescrizioni sulle aree di pericolo riguardano la posizione dei giunti isolanti installati tra parti protette e parti non protette inseriti sui serbatoi e sulle tubazioni.

Com’? noto la corrosione ? un nemico infido da cui ? importante proteggersi. Tale difesa riveste un particolare rilievo per quegli impianti tecnologici di pubblica utilit? come le condotte per il trasporto di gas, di acqua potabile, di idrocarburi, di acque reflue di scarichi civili e industriali.
Le stesse considerazioni si applicano anche ai serbatoi interrati per lo stoccaggio di prodotti di ogni tipo.
Altri aspetti da considerare attentamente sono gli effetti della corrosione sull?ambiente e sulla sicurezza delle persone.

Questa norma, specifica per serbatoi interrati, completa un pacchetto di norme che comprende:
? UNI EN 12954:2002 Protezione catodica di strutture metalliche interrate o immerse – Principi generali e applicazione per condotte
? UNI 11094:2004 Protezione catodica di strutture metalliche interrate – Criteri generali per l’attuazione, le verifiche e i controlli ad integrazione della UNI EN 12954 anche in presenza di correnti disperse che soddisfa le esigenze nazionali
? UNI EN 13509:2004 Tecniche di misurazione per la protezione catodica
? UNI EN 12499:2004 Protezione catodica interna di strutture metalliche

Migliore qualit? degli impianti ? sinonimo di maggiore sicurezza perch? gli aspetti connessi ai fenomeni di corrosione sono elevati e possono essere causa di danni a cose ed a persone. In questo contesto ? opportuno che le aziende che progettano, installano ed eserciscono i serbatoi metallici interrati e le relative tubazioni, tengano in giusta considerazione la protezione catodica degli stessi per la tutela del loro patrimonio dalle azioni corrosive, per la continuit? del servizio, per gli effetti sull?ambiente e la sicurezza delle persone.

La norma UNI EN 13636, rappresenta un contributo notevole per incrementare ulteriormente la qualit? e la sicurezza di tutti i serbatoi metallici interrati e delle relative tubazioni, a prescindere dalla natura del loro contenuto, che solo limitate disposizioni legislative obbligano all?attuazione della protezione catodica per preservarli dalle azioni corrosive.

Commenti

Devi essere iscritto per lasciare un commento ISCRIVIMI SUBITO